06:27 12 Luglio 2020
  • Sergey Korolev, il progettista capo del programma spaziale sovietico, impartisce a Yuri Gagarin le ultime indicazioni prima del volo
  • Yuri Gagarin durante un controllo medico poche settimane prima del suo volo nello spazio
  • Yuri Gagarin, oltre che cosmonauta, fu anche colonnello dell'Aeronautica Militare Sovietica: in questa fotografia eccolo nella cabina di pilotaggio di un cacciabombardiere MiG
  • Sergey Korolev, autore del progetto della navicella Vostok-1, comunica con Yuri Gagarin dal centro di controllo del cosmodromo di Baykonur
  • Yuri Gagarin dentro la cabina della navicella spaziale Vostok-1
  • 12 aprile 1961, ore 9:07: il lancio del razzo vettore Vostok con la navicella spaziale Vostok-1
  • Gagarin, Hurrà! - La notizia dell'avvenuto volo di Yuri Gagarin venne accolta in tutta l'Unione Sovietica con manifestazioni spontanee nelle vie e nelle piazze delle città
  • 21 giugno 1963: Yuri Gagarin insieme agli altri cosmonauti Valentina Tereshkova, German Titov, Pavel Popovich, Andrian Nikolayev e Valery Bykovskiy, in piedi sulla tribuna d'onore del Mausoleo di Lenin nella piazza Rossa, insieme al segretario generale del PCUS Nikita Krushev
  • L'accoglienza a Yuri Gagarin dopo il rientro a terra
  • Yuri Gagarin riceve in dono un mazzo di margherite
  • Yuri Gagarin con la figlia Galina e la moglie Valentina
  • Yuri Gagarin con le figlie: Elena, nata il 17 aprile 1959, a sinistra, e Galina, nata il 7 marzo 1961, a destra
  • Dopo il volo nello spazio Yuri Gagarin divenne, come prevedibile, una celebrità e visitò diversi paesi: in questa fotografia è ritratto con un colombo, ricevuto in dono in Bulgaria
  • Yuri Gagarin e Sergey Korolev insieme dopo il primo volo nello spazio
  • Un'altra delle foto storiche del cosmonauta Yuri Gagarin è questa, che lo ritrae mentre fa ginnastica
  • 5 settembre 1962, Yuri Gagarin pronuncia un discorso di fronte ai lavoratori di una fabbrica di Leningrado
  • 13 aprile 1961, Yuri Gagarin, viene accolto dalla folla all'aeroporto moscovita di Vnukovo
© Sputnik . A. Sverdlov
Sergey Korolev, il progettista capo del programma spaziale sovietico, impartisce a Yuri Gagarin le ultime indicazioni prima del volo

Sono passati 58 anni dal primo volo di un uomo nello spazio: il suo nome, Yuri Gagarin, è impresso per sempre nella storia dell'umanità. Ma chi era veramente il cosmonauta Yuri Gagarin? Ecco un suo ritratto in venti foto d'archivio.

In Europa erano le 6:07 del 12 aprile 1961 quando la navicella Vostok-1 con a bordo Yuri Gagarin si staccò da terra per volare nel cosmo: Yuri Gagarin nel suo scafandro di colore rosso pronunciò la celebre frase "Andiamo!" (Poehali).

E ci andò Yuri, nello spazio: il suo volo durò 88 minuti, nei quali portò a termine un'intera orbita ellittica intorno alla Terra, ad un'altitudine compresa fra 175 000 e 302 000 metri. 

Mentre da Baykonur controllavano il funzionamento delle apparecchiature, regolando la traiettoria del volo, Yuri Gagarin potè, per primo, godersi lo spettacolo del nostro pianeta visto da  lassù (VIDEO)

Alla notizia dell'avvenuto rientro a Terra di Gagarin tutta l'Unione Sovietica venne pervasa dall'euforia: nelle piazze e nelle strade la gente festeggiò il successo del proprio connazionale, e due ali di folla accolsero Gagarin a Mosca, nel tragitto dall'aeroporto di Vnukovo al Cremlino, l'indomani del volo.

Da allora il 12 aprile è ila Giornata Mondiale dei viaggi dell'uomo nello spazio.

Tags:
Spazio, Cosmodromo di Baikonur, Giorno del Cosmonauta, Cosmonauta, Yuri Gagarin
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook

Altre foto

  • Una ragazza si fa fotografare da un fotografo in una spiaggia a San Diego, USA.
    Ultimo aggiornamento: 15:45 10.07.2020
    15:45 10.07.2020

    I fatti della settimana in 20 fotografie

    La galleria fotografica settimanale di Sputnik mostra una raccolta di immagini che presentano gli eventi più significativi e accattivanti che si sono verificati in tutto il mondo negli ultimi sette giorni.

    18
  • Ragazze prendono parte alle celebrazioni della festa di Ivan Kupala (San Giovanni in versione slava) sulle rive del fiume Pripyat nell'antica città bielorussa di Turov.
    Ultimo aggiornamento: 15:12 09.07.2020
    15:12 09.07.2020

    Afa, sole e fiori: ecco come le ragazze si godono l'estate

    Si ritiene che d'estate le donne, come dei fiori, sboccino nella sua genuina bellezza naturale. Quello che è anche più importante è che così fanno vedere la bellezza interna, quella dell'anima.

    18
  • Al mare in Italia
    Ultimo aggiornamento: 12:10 09.07.2020
    12:10 09.07.2020

    Tutti al mare!

    Di

    Il COVID19 ha cambiato la vita di tante persone in tutto il mondo, e anche in Italia. Hanno aperto alcune frontiere, soprattutto in UE, ma tanti italiani non vogliano andare all’estero. Per paura o per altre ragioni, anche economiche.

  • Nel Parco Archeologico il Maestro Riccardo Muti ha diretto il Concerto con l’Orchestra Cherubini e musicisti siriani dedicato a Hevrin Khalaf, attivista per i diritti delle donne e per il dialogo pacifico fra curdi, cristiani ed arabi, uccisa in un agguato lo scorso ottobre, e all'archeologo Khaled Al-Asaad, vittime dell'Isis.
    Ultimo aggiornamento: 15:56 08.07.2020
    15:56 08.07.2020

    «Le vie dell'Amicizia», un concerto del Maestro Muti per la Siria tra gli scavi di Paestum

    Nel Parco Archeologico il Maestro Riccardo Muti ha diretto il Concerto con l’Orchestra Cherubini e musicisti siriani dedicato a Hevrin Khalaf, attivista per i diritti delle donne e per il dialogo pacifico fra curdi, cristiani ed arabi, uccisa in un agguato lo scorso ottobre, e all'archeologo Khaled Al-Asaad, vittime dell'Isis.

    8