21:13 06 Dicembre 2019
  • Il cielo sopra i monti della Kirghisia
  • Il cielo sopra i monti della Kirghisia
  • Il cielo sopra i monti della Kirghisia
  • Il cielo sopra i monti della Kirghisia
  • Il cielo sopra i monti della Kirghisia
  • Il cielo sopra i monti della Kirghisia
  • Il cielo sopra i monti della Kirghisia
  • Il cielo sopra i monti della Kirghisia
  • Il cielo sopra i monti della Kirghisia
  • Il cielo sopra i monti della Kirghisia
© Sputnik . Tabyldy Kadyrbekov
Il cielo sopra i monti della Kirghisia

Se ai tempi di Leopardi fosse esistito Instagram, probabilmente avrebbe scelto una di queste foto per pubblicare il suo celebre Canto Notturno di un pastore errante dell'Asia.

Giacomo Leopardi, 190 anni fa nello Zibaldone scrisse:

«I Kirghisi hanno anche dei canti non scritti che richiamano alla mente eccellenti imprese dei loro eroi; ma quelli non sono recitati che da cantori di professione e Meyendorff ebbe il dispiacere di non intenderne neanche uno. Molti Kirghisi passano la notte seduti su una pietra a guardare la luna, e ad improvvisare parole assai tristi su arie che non lo sono da meno»

Eccole quelle pietre, ritratte in queste fotografie scattate da Tabyldy Kadyrbekov per Sputnik Kyrgyzstan: il paese dell'Asia Centrale, è coperto per più di metà del suo territorio da montagne ad un'altitudine superiore ai 3000 metri.

Tags:
notte, Kyrgyzstan
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre foto