20:27 12 Dicembre 2018
  • La metropolitana di Kazan
  • La metropolitana di Kazan
  • La metropolitana di Kazan
  • La metropolitana di Kazan
  • La metropolitana di Kazan
  • La metropolitana di Kazan
  • La metropolitana di Kazan
  • La metropolitana di Kazan
  • La metropolitana di Kazan
  • La metropolitana di Kazan
  • La metropolitana di Kazan
  • La metropolitana di Kazan
© Sputnik . Maksim Bogodvid
La nuova stazione della metropolitana di Kazan "Dubravnaya"

Non solo mezzo di trasporto pubblico: nella metropolitana di Kazan si mischiano il colorito tradizionale del popolo tartaro alla modernità della terza città russa.

Alla scoperta della metropolitana di Kazan, dove i nomi delle stazioni vengono annunciati in tre lingue diverse, un drago accoglie i passeggeri all'ingresso dei sottopassaggi ed al posto delle scritte, sui muri ci sono affreschi e mosaici davvero originali.

Tags:
metropolitana, Kazan'
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre foto

  • La facciata del centro espositivo Manezh di Mosca, illuminata con i colori della bandiera italiana
    Ultimo aggiornamento: 16:32 11.12.2018
    16:32 11.12.2018

    L'Italia conquista il cuore di Mosca

    La bandiera italiana illumina la facciata del Maneggio di Mosca, proprio a due passi dal Cremlino, ed invita i russi a scoprirla ancora meglio.

    Relazioni italo russe
    12
  • Vivere sulle isole Curili
    Ultimo aggiornamento: 11:56 10.12.2018
    11:56 10.12.2018

    Casa vista Giappone: la vita dei russi alle Curili

    Rivendicate dal Giappone, ma abitate dai russi: la vita sulle isole Curili.

    12
  • Una modella durante la sfilata di moda Versace a New York.
    Ultimo aggiornamento: 15:00 08.12.2018
    15:00 08.12.2018

    Le foto della settimana

    Le foto della settimana (dal 1 al 7 dicembre).

    19
  • Il terremoto di Spitak del 7 dicembre 1988
    Ultimo aggiornamento: 11:00 07.12.2018
    11:00 07.12.2018

    30 anni dopo Spitak ringrazia ancora l'Italia

    Trent'anni fa in Armenia quattrocento centri abitati vennero rasi al suolo dal terremoto più devastante del dopoguerra. Il mondo intero non restò a guardare e l'Italia, ferita pochi anni prima dai terremoti in Friuli ed Irpinia, prestò il suo aiuto alla popolazione armena, che ne beneficia ancora oggi.

    20