04:56 13 Dicembre 2018
  • Le Notti Bianche di San Pietroburgo
  • Le Notti Bianche di San Pietroburgo
  • Le Notti Bianche di San Pietroburgo
  • Le Notti Bianche di San Pietroburgo
  • Le Notti Bianche di San Pietroburgo
  • Le Notti Bianche di San Pietroburgo
  • Le Notti Bianche di San Pietroburgo
  • Le Notti Bianche di San Pietroburgo
  • Le Notti Bianche di San Pietroburgo
  • Le Notti Bianche di San Pietroburgo
  • Le Notti Bianche di San Pietroburgo
  • Le Notti Bianche di San Pietroburgo
© Sputnik . Alexei Danichev
L'apertura del ponte di Pietro il Grande in una delle notti bianche a San Pietroburgo.

Le notti bianche hanno ispirato Dostoevskiy e ogni anno ritornano, da maggio a luglio, per lo stupore di turisti e pietroburghesi, che anche nelle ore notturne possono concedersi una passeggiata al chiaro.

Grazie alla sua posizione al 60° parallelo, San Pietroburgo viene illuminata dalle notti bianche: il sole cala poco sotto l'orizzonte, ma il riverbero della luce solare dona alle vie e ai canali di San Pietroburgo riflessi stupendi.

Tags:
notte, San Pietroburgo
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre foto

  • La facciata del centro espositivo Manezh di Mosca, illuminata con i colori della bandiera italiana
    Ultimo aggiornamento: 16:32 11.12.2018
    16:32 11.12.2018

    L'Italia conquista il cuore di Mosca

    La bandiera italiana illumina la facciata del Maneggio di Mosca, proprio a due passi dal Cremlino, ed invita i russi a scoprirla ancora meglio.

    Relazioni italo russe
    12
  • Vivere sulle isole Curili
    Ultimo aggiornamento: 11:56 10.12.2018
    11:56 10.12.2018

    Casa vista Giappone: la vita dei russi alle Curili

    Rivendicate dal Giappone, ma abitate dai russi: la vita sulle isole Curili.

    12
  • Una modella durante la sfilata di moda Versace a New York.
    Ultimo aggiornamento: 15:00 08.12.2018
    15:00 08.12.2018

    Le foto della settimana

    Le foto della settimana (dal 1 al 7 dicembre).

    19
  • Il terremoto di Spitak del 7 dicembre 1988
    Ultimo aggiornamento: 11:00 07.12.2018
    11:00 07.12.2018

    30 anni dopo Spitak ringrazia ancora l'Italia

    Trent'anni fa in Armenia quattrocento centri abitati vennero rasi al suolo dal terremoto più devastante del dopoguerra. Il mondo intero non restò a guardare e l'Italia, ferita pochi anni prima dai terremoti in Friuli ed Irpinia, prestò il suo aiuto alla popolazione armena, che ne beneficia ancora oggi.

    20