08:59 23 Settembre 2018
  • Maria Pechnikova
  • Oksana Afonina
  • Diana Kanaeva
  • Nadezda Morozova
  • Tatiana Shatalova
  • Anastasia Smirnova
  • Tatiana Shchukina
  • Alevtina Shtaryova
  • Anna Shokhina
© Foto : WHL press service
Maria Pechnikova, difensore: campionessa dell'Universiade 2015, argento ai campionati europei, due volte campione di Russia con il club SKIF, dice di amare l'hockey "per la sua bellezza, forza e per il gioco di squadra". E se lo dice lei, c'è da crederci.

Nel 2018 il ghiacco si fa bollente con le ragazze della nazionale di hockey femminile russa.

Chi l'ha detto che l'hockey su ghiaccio è uno sport bruto e per soli maschi? Sarà anche vero, ma le ragazze della nazionale russa di hockey su ghiaccio, nel loro calendario 2018, smentiscono questo stereotipo.

Il calendario, pubblicato dalla WHL, (il campionato di hockey femminile russo) è stato realizzato dal fotografo Pyotr Titarenkо, collaboratore di "L'uomo Vogue", "Harper's Bazaar", "AnOther Magazine", "GQ", "Elle Russia", "L'Officiel Russia" e "Forbes".

Tags:
hockey, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre foto

  • Una modella presenta la collezione di Julien Macdonald alla Fashion Week di Londra
    Ultimo aggiornamento: 21:57 22.09.2018
    21:57 22.09.2018

    Le foto della settimana

    Le foto della settimana (dal 15 al 21 settembre).

    20
  • Morto il presidente del Vietnam Tran Dai Quang.
    Ultimo aggiornamento: 18:28 21.09.2018
    18:28 21.09.2018

    Morto il presidente del Vietnam Tran Dai Quang

    Il presidente soffriva da tempo di una grave malattia.

    11
  • Il varo dell' Invisibile
    Ultimo aggiornamento: 14:11 20.09.2018
    14:11 20.09.2018

    Il varo dell' "Invisibile"

    Il sottomarino diesel "Kronstadt" del progetto 677 è stato varato con successo a San Pietroburgo.

    8
  • Una metro nel paese dei cammelli
    Ultimo aggiornamento: 17:02 19.09.2018
    17:02 19.09.2018

    Una metro nel paese dei cammelli

    L'atmosfera da Mille e una Notte si trasferisce sotto terra in una delle metropolitane più belle ma meno conosciute del mondo: quella di Tashkent, in Uzbekistan.

    14