00:22 11 Agosto 2020
  • Come si festeggiava la Rivoluzione d'Ottobre ai tempi dell'URSS
  • Come si festeggiava la Rivoluzione d'Ottobre ai tempi dell'URSS
  • Come si festeggiava la Rivoluzione d'Ottobre ai tempi dell'URSS
  • Come si festeggiava la Rivoluzione d'Ottobre ai tempi dell'URSS
  • Come si festeggiava la Rivoluzione d'Ottobre ai tempi dell'URSS
  • Come si festeggiava la Rivoluzione d'Ottobre ai tempi dell'URSS
  • Come si festeggiava la Rivoluzione d'Ottobre ai tempi dell'URSS
  • Come si festeggiava la Rivoluzione d'Ottobre ai tempi dell'URSS
  • Come si festeggiava la Rivoluzione d'Ottobre ai tempi dell'URSS
  • Come si festeggiava la Rivoluzione d'Ottobre ai tempi dell'URSS
  • Come si festeggiava la Rivoluzione d'Ottobre ai tempi dell'URSS
  • Come si festeggiava la Rivoluzione d'Ottobre ai tempi dell'URSS
  • Come si festeggiava la Rivoluzione d'Ottobre ai tempi dell'URSS
  • Come si festeggiava la Rivoluzione d'Ottobre ai tempi dell'URSS
  • Come si festeggiava la Rivoluzione d'Ottobre ai tempi dell'URSS
© Sputnik . Yuryi Abramochkin
Corteo sulla Piazza Rossa in occasione del 68° anniversario della Rivoluzione d'Ottobre il 7 novembre 1985.

"Il 7 novembre è un giorno in rosso sul calendario. Guarda fuori dalla finestra, tutto è rosso". Con questi versi per generazioni di cittadini sovietici si apriva la giornata che celebrava l'anniversario della Rivoluzione.

Fino al 1989 l'anniversario della "Grande Rivoluzione d'Ottobre", veniva celebrato con due giorni festivi: il 7 e 8 novembre, come stabilito da un decreto del 1927. Il copione della festa accomunava milioni di cittadini sovietici, da Mosca alle periferie del grande stato. Il 7 novembre si scendeva in piazza e poi si assisteva alla parata militare. Di rientro a casa ci si sedeva a tavola dove, nonostante i deficit di alcuni prodotti, per questa ricorrenza non mancavano mai prelibatezze, spesso preparate dalle donne di casa.

Ai tempi era diffusa anche la tradizione di spedire a parenti e amici cartoline di auguri.

Nel 1990 Mikhail Gorbachev tolse un giorno alle festività, che rimase confinata al 7 novembre, denominato "Giorno della Concordia" da Eltsin nel 1996, prima dell'abolizione definitiva, avvenuta nel 2004.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook

Altre foto