10:10 11 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    Foto

    Il calcio storico

    URL abbreviato
    0 11
    • Firenze rievoca il calcio storico in piazza Santa Croce.
    • Firenze rievoca il calcio storico in piazza Santa Croce.
    • Firenze rievoca il calcio storico in piazza Santa Croce.
    • Firenze rievoca il calcio storico in piazza Santa Croce.
    • Firenze rievoca il calcio storico in piazza Santa Croce.
    • Firenze rievoca il calcio storico in piazza Santa Croce.
    • Firenze rievoca il calcio storico in piazza Santa Croce.
    • Firenze rievoca il calcio storico in piazza Santa Croce.
    • Firenze rievoca il calcio storico in piazza Santa Croce.
    • Firenze rievoca il calcio storico in piazza Santa Croce.
    • Firenze rievoca il calcio storico in piazza Santa Croce.
    © AFP 2017/ Vincenzo Pinto
    Due giocatori del calcio storioco a Firenze si scontrano in un momento della partita.

    A Firenze in occasione della Festa di San Giovanni si è svolta la tradizionale rievocazione del calcio storico fiorentino.

    Come tradizione, il teatro delle partite del calcio storico è stata piazza Santa Croce, dove si sono sfidati i "calcianti" così si chiamano i giocatori del calcio storico, di quattro borghi del capoluogo toscano. 

    Le partite hanno una durata di cinquanta minuti e si affrontano due squadre composte da ventisette calcianti per parte.

    Al centro della rete di fondo viene montata la tenda del Capitano e dell'Alfiere che hanno il compito di intervenire nelle risse per pacificare gli animi dei propri calcianti. L'incontro viene diretto dal Giudice Arbitro, coadiuvato da sei Segnalinee e dal Giudice Commissario che risiede però fuori campo. Al di sopra di tutti c'è Il Maestro di Campo che sorveglia lo svolgersi regolare della partita e interviene per ristabilire l'ordine e mantenere la disciplina in caso di zuffe sul terreno di gioco.

    La partita ha inizio con il lancio del pallone da parte del Pallaio sulla linea centrale e la seguente "sparata" delle colubrine che salutano l'apertura delle ostilità. Da questo momento in poi i calcianti delle due squadre cercheranno (con qualunque mezzo) di portare il pallone fino al fondo del campo avversario e depositarlo nella rete segnando così la "caccia" (goal). È importante tirare con molta precisione poiché qualora la palla finisse, in seguito ad un tiro sbagliato o ad una deviazione dei difensori, al di sopra della rete, verrebbe assegnata la segnatura di mezza caccia in favore dell'avversario. Ad ogni segnatura di caccia le squadre si devono cambiare di campo. La vincitrice sarà la squadra che al termine dei 50 minuti di gioco avrà segnato il maggior numero di cacce. Il premio in palio è una vitella di razza chianina.

    Correlati:

    Heysel 30 anni dopo, la memoria vale più delle vittorie
    L'Unione Europea non boicotterà i Mondiali di calcio in Russia
    La FIFA dice no ai senatori americani: i Mondiali 2018 di calcio restano in Russia
    Gli USA danno il via all'occupazione del calcio mondiale
    Tags:
    calcio, Festa, Firenze, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Altre foto