22:55 14 Maggio 2021
Economia
URL abbreviato
0 02
Seguici su

Il ministro dell'Economia italiano in collegamento con i principali omologhi dell'area dell'euro per fare il punto sui rispettivi Piani di ripresa nazionali. L'Italia punta sull'inclusione.

Riunione a distanza per i ministri dell’Economia delle maggiori potenze dell’Unione Europea. Per l’Italia partecipa il ministro Daniele Franco e in collegamento ci sono gli omologhi di Francia, Spagna e Germania.

Il ministro Franco parla del Piano nazionale di ripresa (Pnrr) alle controparti e afferma che entro la settimana sarà inviato alla Commissione europea nella forma definita.

I principali ministri dell’euro zona fanno quindi il punto sul rispettivo piano di recupero.

Franco durante la riunione ha affermato che “solo se chiudiamo i divari di genere, generazionali e regionali, possiamo raggiungere una crescita robusta e sostenibile nel medio termine”, lo riporta RaiNews.

Franco spiega anche che l’inclusione è un obiettivo ampio che è presente trasversalmente in tutte e 6 le missioni del piano e si “declina lungo tre dimensioni principali: parità di genere, inclusione giovanile e riduzione delle disparità regionali”.

Rinnovabili al 72% in Italia entro il 2030

E se il 40% delle risorse saranno destinate a quel Mezzogiorno che Draghi nel Pnrr definisce fermo da 50 anni, l’Italia in generale entro il 2030 potrà beneficiare di una produzione dell’energia elettrica da fonti rinnovabili al 72%.

Altro obiettivo dell’Italia, "riparare i danni economici e sociali della pandemia" e "costruire economie più dinamiche, scientificamente e tecnologicamente avanzate che garantiscano allo stesso tempo l'inclusività” di tutti i gruppi sociali.

Tags:
Economia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook