00:13 11 Aprile 2021
Economia
URL abbreviato
406
Seguici su

I rincari si assestano sul 3,8% per l'elettricità e sul 3,9% per il metano e sono dovuti all'aumento dei prezzi delle materie prime.

A partire dal primo aprile, ancora aumenti delle bollette di corrente elettrica (3,8%) e gas (3,9%).

I rincari sono principalmente dovuti all'aumento dei prezzi delle materie prime sui mercati internazionali, calati nel 2020 in seguito alla pandemia, che aveva fatto decrescere la domanda di petrolio e soprattutto metano.

L'uscita dei paesi asiatici dall'emergenza-Covid ha rilanciato la domanda di materie prime con inevitabili innalzamenti dei prezzi. Si prevede un'ulteriore incremento della domanda in seguito alla futura richiesta da parte dei Paesi occidentali, che potranno godere dei risultati delle campagne vaccinali.

Fattori che hanno portato l'Autorità per Energia, Reti e Ambiente (Arera) a prevedere l'aumento delle tariffe per i prossimi tre mesi, fino alla fine di giugno. 

Una parte degli aumenti è dovuto anche al sovrapprezzo imposto dalla UE per le emissioni inquinanti, soprattutto CO2

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook