16:30 10 Aprile 2021
Economia
URL abbreviato
Di
0 0 0
Seguici su

Paolo Gentiloni da Bruxelles delinea lo scenario economico dell'Unione Europea dei prossimi anni. Oltre all'incertezza sull'approvazione del Recovery fund, da affrontare c'è il debito pubblico e gli investimenti privati.

La risposta dell’Unione Europea non è stata solo il Next Generation EU fa notare il Commissario agli Affari economici della commissione UE, Paolo Gentiloni, partecipando in videoconferenza al Forum Ambrosetti.

La risposta è stata “molto forte” dice ed è partita con “il programma di acquisti straordinari” del debito nazionale della Banca centrale europea (BCE) già a marzo del 2020, e poi l’importante decisione di “sospendere le regole fiscali e gli aiuti di Stato: senza una sospensione tempestiva, non avremmo avuto la risposta economica immediata da parte di tutti i paesi europei”, afferma Gentiloni.

Ma le economie europee vanno sostenute ancora ed è per questo che Gentiloni crede che sia necessario “sospendere le regole fiscali fino alla fine del 2022”, attendere che le economie si riprendano e quindi agire guardando al debito e agli investimenti.

L’eredità pesante della pandemia: il debito pubblico

Sotto il profilo strettamente economico il debito pubblico degli Stati sarà il lascito più pesante di questa pandemia.

Come fa notare Gentiloni avremo “due grandi problemi: un debito medio attorno o superiore al 100% e un rischio di caduta degli investimenti, nella crisi precedente quelli netti si sono avvicinati allo zero”.

E l’Italia che aveva già un debito pubblico nettamente superiore al 100% prima della pandemia, potrebbe ritrovarsi al termine della pandemia con un debito prossimo al 200% del PIL prodotto.

Non sarà un problema di facile risoluzione e Gentiloni appare esserne consapevole definendo il debito pubblico una sfida da affrontare insieme al sostegno agli investimenti.

Il Recovery Fund

Una delle vie per affrontare questi problemi è un piano di investimenti che garantisca all’Europa la ripresa dell’attività produttiva innovando nei campi strategici.

Ecco la funzione del Recovery fund, ma come lo stesso Gentiloni ha ammesso, “Il processo di ratifica è un’incognita”.

Al momento solo 16 nazioni su 27 lo hanno già ratificato. In Polonia ci sono partiti che si oppongono, mentre in Germania l’estrema destra presenta una richiesta alla Corte costituzionale che potrebbe far slittare i tempi di ratifica al Bundestag.

La pandemia, non è l'unico problema dell'Unione Europea.

Tags:
Unione Europea, Paolo Gentiloni, Economia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook