00:52 11 Aprile 2021
Economia
URL abbreviato
Di
112
Seguici su

L'acquisto di un singolo bitcoin a $50.000 lascia un'impronta di carbonio di 270 tonnellate, l'equivalente di 60 auto a combustione interna, secondo la Bank of America.

"Con l'iniezione di un miliardo di dollari in bitcoin, l'aumento di CO2 sarebbe equivalente a 1,2 milioni di auto", lo afferma la Bank of America in un rapporto pubblicato il 17 marzo e dal titolo chiaro: I piccoli sporchi segreti del bitcoin.

Secondo la banca statunitense, che ha sempre visto come una minaccia le criptovalute nei suoi rapporti annuali pubblicamente disponibili, la maggior parte delle capacità di elaborazione di bitcoin si trova oggi in Cina, principalmente nella regione dello Xinjiang, dove il carbone genera fino all'80% dell'energia elettrica.

“La crescente complessità del sistema finisce per creare un circolo vizioso ambientale di aumento dei prezzi, aumento della potenza di elaborazione, aumento del consumo di energia e, a lungo termine, aumento delle emissioni di CO2”.

Ciò significa che se il prezzo del bitcoin salisse a un milione di dollari, la criptovaluta spodesterebbe il Giappone dal quinto posto come paese grande emettitore di CO2 al mondo, secondo lo studio della Bank of America.

Il documento non fa un confronto, però, con quale sia l'impronta ecologia lasciata nell'ambiente dalla stampa della cartamoneta come il dollaro.

Prezzo del bitcoin oggi

Il prezzo del bitcoin oggi supera i 58 mila USD di valore, mentre domenica 14 marzo ha raggiunto il nuovo massimo di tutti i tempi (ATH) a 61.221 dollari USA.

Secondo una analisi pubblicata nel web da Pantera Capital, dal titolo altrettanto inequivocabile – ‘Bitcoin coming of age’ –, il prezzo della criptomoneta potrebbe raggiungere i 115 mila dollari USA entro il mese di agosto 2021.

Una proiezione, quella di Pantera Capital, che parte dal prezzo di 9.667 USD fatti registrare il giorno dell’halving a maggio 2020.

Il metodo di calcolo effettuato da Pantera Capital si basa sullo stock-to-flow e dipende dai vari halving che si verificano a cadenza periodica ogni 4 anni circa (ogni 210 mila blocchi per l’esattezza).

Tags:
criptovaluta, bitcoin mining, bitcoin
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook