10:35 17 Aprile 2021
Economia
URL abbreviato
Di
0 10
Seguici su

Google dismetterà i suoi sistemi di tracciamento delle persone per fornire pubblicità mirata. L'annuncio rivoluzionario dato ufficialmente dalla società.

La decisione di Google di non tracciare più gli utenti mentre navigano il web partendo dal loro motore di ricerca o da altri loro prodotti, al fine di offrirgli pubblicità mirata potrà suonare come una piccola rivoluzione per gli utenti che da anni combattono per la privacy nel web, ma allo stesso tempo potrebbe rappresentare quasi uno shock per chi grazie alla pubblicità online fa affari a 360 gradi.

L’annuncio di Google di non sviluppare oltre le loro tecnologie di identificazione e di tracciamento degli utenti è stata fornita da David Temkin, responsabile del Prodotto e della privacy del comparto advertisement di Alphabet, società che controlla Google.

D’ora in poi Google si concentrerà sull’offerta di sistemi di anonimizzazione e di tutela della privacy degli utenti, ovvero l’esatto opposto di quanto ha fatto fin d’ora.

I motivi di questa scelta

Temkin spiega che da una ricerca condotta da Oew Research Center, risulta che il 72% degli utenti del web crede di essere tracciato quando naviga il web. Mentre l’81% di chi naviga il web è preoccupato del fatto che le società raccolgono loro dati personali.

“Se la pubblicità digitale non si evolve per rispondere alle crescenti preoccupazioni delle persone sulla loro privacy e su come viene utilizzata la loro identità personale, rischiamo il futuro del web libero e aperto”.

La motivazione è quindi economica, tracciare le persone in modo troppo capillare spinge le persone a dotarsi di sistemi di difesa o a prediligere strumenti digitali rispettosi della privacy. Alla lunga Google potrebbe perdere l’intero suo business basato sulla pubblicità.

Tags:
Google
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook