10:39 23 Aprile 2021
Economia
URL abbreviato
Di
707
Seguici su

Possibile alleanza con Lufthansa per le rotte commerciali, all’asta altre attività, meno aerei e meno dipendenti.

Rispondere un passo alla volta alle richieste di Bruxelles, ottenere il via libera all’iniezione di fondi statali in Alitalia e poi siglare l’accordo con Lufthansa.

Sono questi i passi che il premier Mario Draghi ha in mente per salvare la compagnia di bandiera, con in mente il mantra della “discontinuità” rispetto alle gestioni passate.

L’Ue chiede all’Italia delle operazioni concrete prima di dare il via libera al rilancio della compagnia con fondi pubblici: la cessione di alcuni slot a Linate, dove Alitalia detiene il 70% delle rotte.

Inoltre, Bruxelles chiede che vengano messi all’asta alcuni asset della compagnia di bandiera e Draghi ha intenzione di dare queste risposte alla commissaria europea Margrethe Vestager già la prossima settimana.

In tempi brevi, poi, il premier prevede di firmare un accordo con la tedesca Lufthansa: un patto commerciale tra le due compagnie per rilanciare il traffico aereo in Italia ma anche in Europa.

Con questa operazione Alitalia entrerebbe nell’alleanza aeronautica Star Alliance, lasciando la storica Sky Team con Air France-Klm e Delta.

© AFP 2021 / Tiziana Fabi
La presentazione delle nuove uniformi del personale di bordo Alitalia

Basta soldi senza fine

Per il premier la parola d’ordine “discontinuità” significa anche mettere fine ai prestiti a pioggia per salvare Alitalia all’ultimo minuto. E anche stop alla soluzione più indolore anche se questo significherà una dolorosa trattativa con i sindacati.

Le sigle dei lavoratori hanno già chiesto di evitare lo “spezzatino delle attività”.

L’idea di Draghi, però, è diversa anche da quella dell’ultimo Conte, con la società Ita, con a capo il ministero delle Finanze. L’obiettivo è salvare le rotte operative di Alitalia con l’alleanza con Lufthansa.

La manutenzione e l’handling saranno prima leggermente ristrutturate e poi messe a gara per la cessione.

Il ridimensionamento

Secondo quanto scrive Repubblica, questa operazione porterà a una compagnia di bandiera di piccole o medie dimensioni: la flotta sarà di 50-60 aerei, un quarto rispetto ai 239 del 2009, e avrà al massimo 5.000 dipendenti.

Tags:
Lufthansa, Mario Draghi, Alitalia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook