11:36 01 Marzo 2021
Economia
URL abbreviato
0 03
Seguici su

Riapertura graduale delle attività sportive, ristoranti aperti anche la sera e poi cinema e teatri con ticket nominativo. Sono queste le scelte che dovranno essere prese nel nuovo dpcm a firma Draghi.

Al momento tutto è nello stato delle ipotesi, ma il prossimo 5 di marzo scade l’ultimo dpcm firmato da Giuseppe Conte sulle misure di contenimento della pandemia, e toccherà al nuovo presidente del Consiglio Mario Draghi firmarne un altro.

Il nuovo dpcm dovrà confermare o modificare molte cose, a partire dalla definizione dei parametri che decidono il passaggio delle Regioni nelle varie fasce ed anche dare la facoltà ad alcune attività commerciali fino ad ora rimaste chiuse, di riaprire a determinate condizioni.

Non c’è solo il pressing della Lega sulla riapertura dei ristoranti anche la sera, ribadito questa mattina dal presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, ci sono anche le palestre, i cinema e i teatri chiusi da mesi e a cui non è mai stata data l’opportunità di riaprire, neppure in zona gialla.

Riapertura delle palestre e delle piscine

Uno degli ultimi atti del ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha riguardato il lavoro con il Comitato tecnico-scientifico sul protocollo per le riaperture delle palestre e delle piscine, ma anche della ripresa degli sport da contatto per allenamenti in forma individuale e la danza per i più piccoli.

Lezioni individuali, più metri di distanza, personal trainer sempre con mascherina sono tra le misure adottate. Inoltre il protocollo prevede lo svolgimento delle varie discipline sportive in base alla curva dei contagi. Quindi in base alla collocazione per fascia (gialla, arancione, rossa) della Regione, sarà possibile praticare o meno una determinata disciplina sportiva.

Va fatto notare, però, che il governo Draghi non ha nominato un ministro dello Sport e che spetterà a un sottosegretario non ancora delegato occuparsi di questo settore ludico ed economico al tempo stesso.

Le persone in bici a Milano, Italia
© Foto : Evgeny Utkin
Le persone in bici a Milano, Italia

Teatri e Cinema da riaprire il prima possibile

Il ministro della Cultura Dario Franceschini è in pressing affinché si possano riaprire cinema e teatri, e per questo motivo con le associazioni di categoria ha studiato un nuovo protocollo di sicurezza che migliora quello precedente e garantisce in particolare una maggiore tracciabilità degli utenti grazie ad un titolo d’ingresso personalizzato con nome e cognome, tra le altre misure ipotizzate.

Franceschini vuol essere il primo a riaprire questi luoghi della cultura in Europa e presto incontrerà il Cts per sottoporre l’upgrade del protocollo di sicurezza.

Ristoranti

Matteo Salvini si è fatto fotografare con mascherina e t-shirt “Io resto aperto” stretto in un abbraccio con due ristoratori.

Il Carroccio sposa la tesi che le associazioni di categoria del settore ristorativo hanno fatto notare da sempre, ovvero: Se resto aperto a pranzo, perché non posso aprire anche a cena in sicurezza?

Il nuovo dpcm non potrà non tenere conto, quindi, di un ammorbidimento della linea fino ad ora adottata dai precedenti dpcm. Questo almeno sul piano politico, ma sul piano scientifico Mario Draghi dovrà tenere conto anche dei dati settimanali che ogni settimana gli sottopone l’Istituto Superiore di Sanità (Iss).

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook