04:32 16 Maggio 2021
Economia
URL abbreviato
0 03
Seguici su

Nel frattempo, l'Arabia Saudita dovrebbe aumentare la sua produzione di petrolio nei prossimi mesi, invertendo il recente taglio della produzione con l'aumento dei prezzi di greggio.

I prezzi del petrolio continuano a salire mentre la produzione nel Texas scende di oltre il 30% a causa della carenza di energia causata dalle basse temperature.

I prezzi del WTI (West Texas Intermediate) sono saliti sopra i 60 dollari al barile, come riportato recentemente da Bloomberg citando fonti del settore. La produzione di petrolio negli Stati Uniti è di 3,5 milioni di barili al giorno in meno rispetto a quanto non fosse prima che il freddo colpisse lo stato. Questo è il più grande calo di produzione mai registrato nella storia dello stato del Texas, con la produzione del Permian crollata del 65%.

Nel frattempo, il prezzo del petrolio Brent ha superato i 65 dollari al barile per la prima volta dal 21 gennaio 2020, secondo i dati di trading.

Alle 01:05 (fuso orario di Greenwich) il prezzo per i contratti April Futures è aumentato dello 0,25% a 65,06 dollari al barile.

Oltre 2,7 milioni di americani in Texas hanno subito interruzioni di corrente dopo che una tempesta ghiacciata ha colpito lo stato la scorsa settimana. Anche la domanda di benzina è crollata, a causa del mancato uso da parte dei cittadini dei veicoli per spostarsi. In alcune parti dello stato, le temperature sono crollate a meno 18 gradi Celsius (1 Fahrenheit).

Il crollo dei prezzi nel 2020 e i tagli dell'OPEC+

Nel 2020, i prezzi del petrolio sono diminuiti a causa della bassa domanda di energia petrolifera innescata dalla crisi economica e dalla sospensione della maggior parte del traffico aereo in seguito allo scoppio della COVID-19. Di conseguenza, i partecipanti dell'OPEC+ hanno raggiunto un accordo a maggio 2020, accettando di tagliare collettivamente 9,7 milioni di bpd durante l'estate. Gli Stati membri hanno successivamente accettato di aumentare la produzione di petrolio di 500.000 bpd a partire da gennaio.

Il rapporto OPEC di questo mese ha indicato che la conformità degli Stati membri con i tagli petroliferi è aumentata al 108% il mese scorso, rispetto al 102% di dicembre.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook