01:52 28 Febbraio 2021
Economia
URL abbreviato
120
Seguici su

Stretta finale oggi per l'accordo per il rinnovo del contratto nazionale dei metalmeccanici, che interessa oltre 200 mila lavoratori tra Veneto e Friuli Venezia Giulia. Le associazioni sindacali avrebbero raggiunto l'intesa e le parti sono ora impegnate alla stesura dei testi.

L'accordo di rinnovo del contratto nazionale dei Metalmeccanici sembra essere ad un punto di svolta con il raggiungimento dell'intesa di Fim, Fiom e Uil e Federmeccanica che sono ora impegnate nella stesura dei testi. Il suddetto contratto interessa oltre 200 mila operatori tra Veneto e Friuli Venezia Giulia.

"Questo contratto rimarrà indelebile. In una situazione di emergenza, con momenti di scontro e sciopero generale, abbiamo dato un segnale forte: da questa crisi si esce con più salario, più tutele, a partire dal rinnovo contrattuale" ha commentato Rocco Palombella, segretario generale di Uilm.

L'intesa dovrebbe portare nelle tasche dei lavoratori un aumento di 112 euro sui minimi al quinto livello, 100 euro al terzo. La vigenza va da gennaio 2021 - giugno 2024. ​​I suddetti aumenti verranno spalmati su più tranche di cui la prima di 25 euro a giugno 2021.

Tra gli accordi raggiunti è stato confermato il flexible benefit annuale di 200 euro ed è previsto l'innalzamento del contributo al fondo Cometa al 2,2% dal 2022 per gli under 35.

​Con questa intesa raggiunta passa la riforma dell’inquadramento con, fra l’altro, l’eliminazione del primo livello e si rafforza la parte del contratto che disciplina le relazioni industriali, i diritti di informazione, confronto e partecipazione, la formazione.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook