06:41 23 Gennaio 2021
Economia
URL abbreviato
0 10
Seguici su

La controversia transatlantica a lungo termine tra gli Stati Uniti e l'Unione europea è iniziata con reciproche accuse di assistenza finanziaria illegale ai produttori di aeromobili. Per risolvere la controversia, l'Organizzazione mondiale del commercio ha consentito ai Paesi di imporre dazi speculari sulle merci degli altri.

Le autorità statunitensi hanno imposto dazi aggiuntivi su una serie di merci provenienti dall'Unione europea, comprese ricambi per gli aeromobili e i vini provenienti da Francia e Germania.

Secondo una dichiarazione di mercoledì dall'ufficio del rappresentante commerciale degli Stati Uniti, quando l'UE ha fissato i dazi per alcuni prodotti americani, Bruxelles ha utilizzato i dati di un periodo in cui "i volumi degli scambi erano stati drasticamente ridotti" a causa delle restrizioni legate al coronavirus.

“Il risultato di questa scelta è stato che l'Europa ha imposto dazi su un numero di prodotti sostanzialmente superiore a quello che sarebbe stato coperto se avesse utilizzato un periodo normale. Sebbene gli Stati Uniti abbiano spiegato all'UE l'effetto distorsivo del periodo di tempo selezionato, l'UE ha rifiutato di cambiare il suo approccio ”, afferma la dichiarazione.

Secondo la parte americana, per questo motivo Washington ha ampliato la sua lista di prodotti europei soggetti ai dazi, aggiungendo alcuni prodotti alcolici da Francia e Germania, insieme a componenti di produzione di aeromobili.

La controversia commerciale transatlantica

Il conflitto commerciale tra Washington e Bruxelles su Boeing e Airbus è in corso dal 2004. Entrambe le parti si accusano a vicenda di violare le regole del WTO e di fornire sussidi governativi non autorizzati ai loro costruttori di aerei.

Nel 2019 il WTO ha deciso che c'erano violazioni delle regole dell'organizzazione nel caso Airbus, che dava il diritto legale di imporre dazi compensativi per gli Stati Uniti. Tuttavia, nel 2020, una decisione simile è stata presa a favore dell'UE nel caso Boeing.

L'amministrazione del presidente Usa uscente, Donald Trump, nel 2019 ha introdotto dazi doganali nei confronti dell'Ue nel caso Airbus per un totale di circa 7,5 miliardi di dollari. A novembre, l'UE ha annunciato nuove tariffe sulle importazioni dagli Stati Uniti per un valore di 4 miliardi di dollari.

I disaccordi commerciali in corso sono lungi dall'essere risolti, sebbene entrambe le parti abbiano ripetutamente affermato che intendono negoziare per una soluzione reciprocamente accettabile. Tuttavia, il mese scorso, il Parlamento europeo ha dato il via libera al primo accordo in oltre vent'anni di riduzione dei dazi con gli Usa, il "lobster deal".

Correlati:

Emirates vola sostenibile, il nuovo Airbus A380 alimentato con l’olio da cucina esausto
La UE pronta a introdurre dazi contro gli USA per il caso Boeing-Airbus
Usa, Boeing 737-8 Max costretto ad atterraggio d'emergenza per problema al motore
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook