05:59 23 Gennaio 2021
Economia
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Giù le spese degli italiani durante le festività, in molti penseranno prima a pagare le spese e poi a mettere dei risparmi da parte contro le incertezze del 2021.

Non è solo una crisi sanitaria ma anche economica ed è chiaro, ma i numeri di Confesercenti la quantificano anche per quanto riguarda le spese di Natale 2020, stimate in calo di 4,7 miliardi di euro rispetto al Natale 2019.

Nei prossimi 10 giorni, scrive Confesercenti che ha condotto una indagine insieme ad Swg, 22 milioni di italiani si metteranno a cacca di regali da mettere sotto l’albero, ovvero il 54% della popolazione adulta.

Tuttavia due consumatori su tre spenderanno meno rispetto allo scorso anno, come aveva anche constatato Confcommercio nella sua indagine pubblicata sabato 12 dicembre.

Relativamente ai regali, la “spending review” si aggira sugli 1,3 miliardi di euro di tagli, pari al -17,9% rispetto al 2019.

Una famiglia su tre ha ridotto i consumi

“Una famiglia su tre – il 32% – dichiara di aver ridotto i consumi durante l’anno; il 13% segnala di arrivare a fine mese solo tirando la cinghia ed un ulteriore 4% di non arrivarci affatto”, scrive Confesercenti.

A preoccupare è una prosecuzione della “pandemia Covid-19 anche nel 2021, segnalata dal 60% degli intervistati”.

Ed ovviamente preoccupa “la situazione economica dell’Italia (46% delle risposte, contro il 42% dello scorso anno)”.

Il budget di Natale delle famiglie

A causa delle incertezze, “quest’anno il 64% degli italiani – quasi due su tre – progetta di spendere meno dello scorso anno per i regali e gli altri acquisti di Natale, dalla tavola alla casa, mentre solo il 3% prevede di aumentare il budget”.

E gli italiani prevedono di tagliare su “tutte le voci di spesa”, compresa quella per fare un regalo enogastronomico alla propria famiglia che “passa dal 70% al 40%”.

Crolla anche il numero di “italiani che faranno acquisti di abbigliamento (dal 60% al 38%) e di libri – dal 54% al 35% – e giocattoli (dal 44% al 27%)”.

Non si salvano secondo Confesercenti nemmeno i prodotti dell’elettronica e tecnologia, “che passano dal 33% al 23% delle indicazioni degli intervistati.

Quest’anno molti italiani saranno impegnati nel destinare quel che hanno per “saldare i conti in sospeso (+2 miliardi, +18%)” e destinandoli al risparmio (+11,1%).

Tags:
Natale, Economia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook