13:47 17 Gennaio 2021
Economia
URL abbreviato
0 02
Seguici su

La lotteria degli scontri è valida anche in farmacia, a patto che si rinunci alla detrazione Irpef sui farmaci che ne beneficiano. Non avranno problemi a farlo chi già non paga l'Irpef come partite IVA forfettarie.

Dall’1 gennaio 2021 entrerà in vigore un ulteriore incentivo a pagare con carte e bancomat, è la lotteria degli scontrini che negli obiettivi del Governo aiuterà a ridurre i pagamenti in nero incentivando gli utenti e gli esercenti a dichiarare nella speranza di vincere uno dei premi in palio.

In effetti la lotteria degli scontrini utilizza una strategia win-win, vincono tutti, non solo l’acquirente ma anche il commerciante partecipa alla lotteria e può vincere fino a un milione di euro.

Tuttavia non tutte le spese fatte nei negozi saranno ammesse. Tra esse le spese fatte in farmacia con la tessera sanitaria, questo perché l’inserimento del codice fiscale sullo scontrino già di per sé è un monitoraggio fiscale, e inoltre serve a beneficiare di sconti in fase di dichiarazione dei redditi.

Se però si dovesse presentare comunque il codice per partecipare alla lotteria, le spese non saranno detraibili ai fini Irpef. Da questo punto di vista sono avvantaggiati in un certo senso quanti hanno partita IVA nel regime dei minimi o forfettario, i quali già non ottengono detrazioni sulle spese sanitarie ai fini Irpef, per loro presentare il codice della lotteria non potrà che essere una opportunità.

Come ottenere il codice

Per partecipare alla lotteria degli scontrini è necessario scaricare il codice dal sito www.lotteriadegliscontrini.gov.it. Il codice va portato sempre con sé, in formato digitale nello smartphone come immagine o stampato su un foglio di carta.

Quanto si vince

Previsti 15 premi settimanali da 25 mila euro ciascuno per i clienti e 5 mila euro ciascuno per i commercianti.

Ogni mese sono previsti 10 premi da 100 mila euro per i consumatori e 10 premi da 20 mila euro per l’esercente.

Ultimo premio quello annuale da 5 milioni di euro per il consumatore e da 1 milione di euro per il commerciante.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook