21:18 15 Gennaio 2021
Economia
URL abbreviato
Cooperazione Italia Russia (103)
490
Seguici su

La rete della rappresentanza diplomatica italiana in Russia si allargherà nel 2021 con l'apertura del consolato onorario ad Ufa, nel Bashkortostan.

I preparativi sono in dirittura d'arrivo e l'11 dicembre il console italiano a Mosca, Francesco Forte ha visitato la città di Ufa e preso parte alla sessione plenaria dell'dell'International Business Week ospitata dal capoluogo bashkiro e dedicata al tema della cooperazione economica internazionale oltre la pandemia.

Le autorità locali sono fiduciose di poter salutare l'apertura del consolato entro l'estate del prossimo anno:

"Abbiamo in programma di aprire il consolato in estate. Entro questo termine individueremo la sede adatta in una dimora storica e faremo conoscere al futuro console italiano il Bashkortostan ”, ha dichiarato Andrei Nazarov primo ministro della regione russa.
Il console italiano Francesco Forte ad Ufa
© Foto
Il console italiano Francesco Forte ad Ufa

Il Console Generale d'Italia a Mosca Francesco Forte ha spiegato le ragioni della scelta di Ufa, dove si prevede di aprire un consolato onorario e un centro visti:

“Da Ufa verso l'Italia sono stati registrati importanti flussi di persone. Tra loro c'erano investitori e produttori agricoli. Ed ho avvertito le prospettive e le opportunità di sviluppo offerte. Saremmo lieti di firmare l'accordo con le autorità del Bashkortostan ”, ha spiegato Forte.

L'International Business Week 2020 (MNB) si è svolta dall'8 all'11 dicembre nel capoluogo della Repubblica del Bashkortostan, Ufa, in formato ibrido con eventi online e offline.

La presenza italiana nel Bashkortostan

La regione russa del Bashkortostan (Baschiria) e l’Italia sono legati da rapporti commerciali e d’amicizia solidi che si declinano in tutti i settori, dall’economia e l’imprenditoria all’istruzione e la scienza, alla cultura e il turismo. 

In Baschiria sono attive cinque imprese a capitale misto italo-russo Dama, BI-TR, Spezmashtechnoservis, Cheramtechsystem e Bosca Rus, attive rispettivamente nei seguenti settori: agroalimentare, edilizia, meccanica e automotive e vini. 

Inoltre, il 30 gennaio 2019 è stato firmato un accordo di collaborazione fra il ministero dell'Agricoltura della regione Baschiria, la società Orenbeef (gruppo Cremonini) e l'università di agraria della Baschiria, nell'ambito del quale è attivo un programma congiunto per la ricerca in alimentazione e gestione del bestiame. I giovani specialisti russi hanno la possibilità di formarsi in Italia e poi lavorare negli stabilimenti di allevamento, ingrasso del bestiame e lavorazione della carne, aperti dalla holding italiana in Baschiria.

Tema:
Cooperazione Italia Russia (103)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook