01:28 20 Gennaio 2021
Economia
URL abbreviato
1042
Seguici su

L'Italia secondo il 54 esimo rapporto Censis 2020 è un re nudo, una ruota quadrata che ovviamente non può girare. Tra alcuni italiani c'è fervore da cui traspira il nuovo, ma la società è già stanca.

Presentato questa mattina, venerdì 4 novembre, il 54 esimo rapporto Censis sulla situazione sociale ed economica del Paese aggiornato al 2020.

Il 2020 è “l’anno della paura nera” secondo il Censis, che nel suo studio affronta i temi di maggiore interesse socio-economico per il Paese, e che gli fanno esclamare e anche lanciare un grido di allarme:

“Sistema-Italia: una ruota quadrata che non gira: l’avvitamento di vulnerabilità strutturali che ci portano ad esclamare: il re è nudo!”

Il rapporto del Centro studi sui fenomeni sociali ed economici dell’Italia prova infatti ad analizzare quelle che saranno “Le scorie dell’epidemia e quello che resterà dopo lo stato d’eccezione”.

Non solo tinte fosche e oscurantiste, il rapporto Censis 2020, “descrivendo la giravolta della storia”, analizza anche “il geniale fervore degli italiani da cui traspira il nuovo” per una nuova ripartenza.

Siamo una società stanca

“Il virus ha colpito una società già stanca”, è questa la fotografia di sintesi del 54 esimo rapporto Censis, spiegata dal direttore generale del Censis Massimiliano Valerii e dal presidente del Cnel Tiziano Treu.

L’Italia viene dipinto dal rapporto come un paese in cui “siamo stati incapaci di visione” e dove “il sentiero di crescita prospettato si prefigura come un modesto calpestio di annunci già troppe volte pronunciati: un sentiero di bassa valle più che un’alta via”.

Tags:
Economia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook