09:11 21 Gennaio 2021
Economia
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Gli stati membri dell'OPEC+ hanno concordato un aumento mensile della produzione di petrolio, ha riferito a Sputnik una fonte di una delle delegazioni.

A partire da gennaio è previsto l'aumento della produzione di materie prime di 500mila barili al giorno.

"Si prevede inoltre di tenere una riunione mensile per rivalutare le condizioni del mercato", ha aggiunto la fonte.

Un ulteriore aumento della produzione di petrolio dipenderà dai risultati delle riunioni, ma non deve essere superiore ai 500mila barili al giorno.

Il ministero dell'Energia del Kazakistan ha confermato queste informazioni. Il dicastero ha anche osservato che la limitazione comune della produzione dei paesi OPEC+ nel gennaio 2021 ammonterà a 7,2 milioni di barili al giorno rispetto al livello base.

La fonte ha fatto notare che i margini temporali per i nuovi accordi non sono stati fissati ed ha aggiunto che i partecipanti alla riunione hanno anche prorogato il meccanismo di compensazioni, che prevede un'opportunità per ridurre ulteriormente la produzione di petrolio per i paesi dell'alleanza che sono in ritardo nell'adempimento dei loro obblighi.

Il crollo dei prezzi del petrolio e i tagli dell'OPEC+

I prezzi del petrolio sono diminuiti drasticamente all'inizio dell'anno a causa dell'incapacità dei paesi OPEC+ di raggiungere un accordo sulla riduzione della produzione di petrolio e delle misure di restrizione attuate dai paesi nel tentativo di frenare la pandemia di coronavirus. Tuttavia, i membri del gruppo sono riusciti a raggiungere un accordo a metà aprile che mira a stabilizzare il mercato petrolifero.

In particolare l'OPEC+ ha concordato il 12 aprile di ridurre la produzione di petrolio di 9,7 milioni di barili al giorno da maggio a giugno, 7,7 milioni nella seconda metà dell'anno e 5,8 milioni ulteriormente fino alla fine di aprile 2022.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook