17:03 21 Aprile 2021
Economia
URL abbreviato
120
Seguici su

Il rischio di un mancato accordo tra Londra e Bruxelles è sempre più concreto, ma nessuna delle due parti sembra disposta ad arrivare ad un'intesa ad ogni costo.

Bruxelles ha lanciato il proprio monito alla Gran Bretagna, avvertendola che in caso di mancato accordo entro il fine settimana tra le parti sui rapporti economici post-Brexit dal 1° gennaio 2021 sarà impossibile evitare l'interruzione del commerci.

A riferirlo quest'oggi è l'Irish Times, citando delle fonti vicine alle parti che in questi giorni stanno portando avanti i colloqui bilaterali a Londra:

"Anche trovando un'accordo entro dieci giorni, se facciamo correre troppo l'orologio c'è il serio rischio che l'accordo possa non essere ratificato in tempo. Dobbiamo mettere un punto in qualche modo", ha chiarito la fonte, spiegando che anche se fosse trovato un accordo ora i tempi di ratifica da parte del Parlamento europeo potrebbero andare ben oltre il 31 dicembre 2020.

No all'accordo ad ogni costo

E intanto nelle scorse ore hanno cominciato a farsi sempre più insistenti le voci di frizioni tra il gruppo di mediatori di Bruxelles e alcuni Paesi del blocco, tra cui la Francia, che preferirebbero un no deal ad un accordo che andasse a favorire gli interessi britannici rispetto a quelli dei Paesi Ue.

Un'opinione condivisa anche da Londra, con il Cancelliere dello Scacchiere Rishi Sunak che aveva affermato come Londra non avrebbe sacrificato i propri interessi per trovare un accordo ad ogni costo.

La sensazione dunque, sia da parte britannica che europea, è quella che il gruppo di lavoro per gli accordi post-Brexit cercherà fino all'ultimo di trovare l'intesa, ma che questa non sarà perseguita ad ogni costo e che ognuno cercherà di tutelare in primo luogo i propri interessi strategici ed economici.

La Brexit e l'accordo commerciale con l'Ue

Il Regno Unito ha lasciato l'UE il 31 gennaio, ma come parte dell'accordo di recesso, entrambe le parti hanno intrapreso un periodo di transizione di 11 mesi per negoziare le loro future relazioni commerciali.

Se nessun accordo commerciale sarà assicurato prima della fine dell'anno, le regole dell'Organizzazione mondiale del commercio entreranno in vigore a partire dal 2021, comprese le tariffe doganali e i controlli di frontiera completi per le merci che attraversano la Manica.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook