18:08 25 Novembre 2020
Economia
URL abbreviato
101
Seguici su

Previsioni economiche severe per l'area economica europea a causa della recrudescenza della pandemia. Christine Lagarde ne parla in audizione al Parlamento europeo.

Christine Lagarde, presidente della Banca centrale europea (BCE), presenta le previsioni severe sull’economia europea in questa ultima fase del 2020.

“In generale l’economia della zona euro sarà toccata severamente dalle conseguenze del rapido aumento dei contagli e dal ripristino delle misure di contenimento, ponendo rischi chiaramente al ribasso alle prospettive economiche a breve termine” a tutti e 19 i Paesi.

Così si è espressa Lagarde parlando alla commissione economica del Parlamento europeo questa mattina 19 novembre.

Le nuove chiusure picchieranno duro sulle economie dei rispettivi Paesi e il rimbalzo “disomogeneo delle crescita del PIL nel terzo trimestre” non sono stati sufficienti a garantire un recupero di quanto perso nel primo e secondo trimestre dell’anno.

L’infezione da Covid-19 “sta pesando in particolare sulle attività del settore dei servizi, particolarmente vulnerabile alle misure di distanziamento sociale”, dice Lagarde riferendosi quindi al settore della ristorazione e alberghiero, agli eventi di ogni genere e ai viaggi turistici e di lavoro.

L’occupazione in Europa

Le misure attuate dai governi per sostenere l’occupazione “non hanno prevenuto un aumento della disoccupazione in alcuni Paesi” e va anche considerato che “i consumatori resteranno molto cauti in un ambiente altamente incerto, dato che le ramificazioni della pandemia stanno minacciando l’occupazione e le prospettive di reddito”, ha illustrato la presidente della BCE all’europarlamento.

Serviranno investimenti pubblici e riforme

L’ancora di salvezza dell’economia europea sono “gli investimenti pubblici e le riforme, soprattutto se orientati verso sfide a medio e lungo termine come la sostenibilità ambientale e la digitalizzazione”, che dice Lagarde “possono costruire un ponte verso una ripresa di successo e inclusiva” oltre che di ampio respiro temporale.

Next Generation EU: non indugiare

Christien Lagarde, presidente della BCE, è categorica:

“Il pacchetto Next Generation EU deve diventare operativo senza indugio. Le risorse aggiuntive del pacchetto possono facilitare politiche fiscali espansive, in particolare nei Paesi della zona euro con un margine di bilancio limitato”.

Tags:
BCE, Christine Lagarde, Economia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook