18:32 25 Novembre 2020
Economia
URL abbreviato
223
Seguici su

Luigi Di Maio, ministro degli Esteri, presenta i dati dell'export del Made in Italy e mostra come a dispetto della pandemia le esportazioni in settembre siano cresciuto rispetto anche al 2019.

“Col patto per l’export siglato alla Farnesina noi abbiamo dato agli imprenditori mezzi e risorse, poi loro con grande impegno hanno fatto il resto”, scrive su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio presentando i risultati positivi per l’export del Made in Italy nonostante la pandemia.

“Le esportazioni di prodotti Made in Italy aumentano e le nostre aziende migliorano le loro vendite all’estero”.

Secondo i dati Istat riproposti dal ministro degli Esteri a settembre l’export ha fatto segnare il +2,1% rispetto allo stesso mese del 2019 e il +2,8% verso i mercati extra Unione europea, con un balzo del +33% verso la Cina e del +11% verso gli USA. Mentre l’export verso i mercati europei è aumentato del +1,4%.

Se si guarda ai dati trimestre su trimestre, il terzo trimestre 2020 ha fatto registrare un +30,4% rispetto al secondo trimestre di quest’anno.

Tuttavia bisognerà verificare cosa accadrà nel quarto trimestre, in particolare nell’Europa alle prese con lockdown crescenti e sempre più stringenti che bloccano le rispettive economie.

“C’è voglia di fare, di crescere, di lavorare, di creare occupazione”, scrive un raggiante Di Maio che aggiunge: “Questo è lo spirito che ci deve contraddistinguere da qui in avanti”.

Nella prossima legge di bilancio il ministro promette lo stanziamento di “altre risorse per rilanciare ancora di più aziende e prodotti italiani”.

Tags:
Made in Italy, Luigi Di Maio
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook