06:46 02 Dicembre 2020
Economia
URL abbreviato
Di
147
Seguici su

Vale 37,9 miliardi di euro ma non basterà per contrastare la crisi e il governo pensa a un decreto Ristori tris

Con un mese di ritardo sull’ordinaria tabella di marcia della manovra, la Finanziaria 2021 inizia a delineare i suoi contorni e dovrebbe arrivare in Parlamento domenica. Secondo la prima bozza, divisa in 240 articoli e 21 capitoli, la manovra vale 37,9 miliardi di euro: fisco, investimenti, bonus figli, cassa integrazione, sanità e politiche sociali, contrasto all’evasione e Pubblica amministrazione.

Dei quasi 38 miliardi di euro, 22 sono costituiti da maggior deficit, 15 di fondi Ue e poi si inseriscono quattro miliardi per il sostegno alle imprese per l’emergenza Covid. Ma a Palazzo Chigi già si pensa a un decreto Ristori tris, con risorse a fondo perduto per aiutare i settori più colpiti da pandemia e lockdown.

Ecco i punti principali del testo che sarà discusso dal Parlamento.

Cassa integrazione estesa

© Sputnik
Operai al lavoro

Per prolungare la rete di ammortizzatori sociali che hanno aiutato lavoratori e imprese in questi mesi, sono stati stanziati altri 5,3 miliardi di euro per 12 settimane di cassa integrazione a favore delle aziende in difficoltà.

Le 12 settimane devono essere inserite tra il primo gennaio e il 31 marzo 2021 per i trattamenti di Cassa integrazione ordinaria e tra il primo gennaio ed il 30 giugno per quella in deroga. Il blocco dei licenziamenti, uno dei punti cardine dall’inizio del lockdown di marzo, è esteso fino al 31 marzo.

Fisco

Nella manovra si delineano i contorni dell’attesa rivoluzione del settore e il ministero dell’Economia istituisce un fondo di 2,5 miliardi per il 2022 e di 1,5 miliardi per il 2023 per “dare attuazione a interventi in materia di riforma del sistema fiscale”. Viene istituito anche un fondo denominato “Fondo per la fedeltà fiscale” a cui dal 2022 andranno le maggiori entrate permanenti derivanti dal miglioramento dell’adempimento spontaneo dei contribuenti.

Cuneo fiscale

Viene prolungato fino al prossimo anno il taglio del cuneo fiscale, che consiste in 100 euro in più in busta paga per i redditi da 28 mila a 40 mila euro.

Assegno unico per i figli
© CC0 / Pixabay
Neonato

Per il 2021 viene confermato il bonus bebè, circa 1. 000 euro per ogni figlio nato o adottato: lo stanziamento è di 740 milioni di euro. A partire da luglio, poi, arriverà l’assegno unico per i figli che metterà insieme i bonus famiglia e le detrazioni fiscali: l’assegno avrà un fondo da tre miliardi di euro che diventeranno 5,5 miliardi nel 2022.

Nella manovra viene prorogato anche il congedo di paternità di sette giorni.

Sanità

In manovra sono stati stanziati 121,4 miliardi di euro di risorse in più per il Servizio sanitario nazionale per aumentare gli stipendi di medici e infermieri: 835 milioni l'anno per aumentare del 27% l'indennità di esclusiva della dirigenza medica, veterinaria e sanitaria (500 milioni) e per riconoscere una specifica indennità infermieristica (335 milioni).

Fondi per i tamponi anti-Covid

Circa 70 milioni vengono stanziati per far eseguire i tamponi rapidi antigenici da parte dei medici di base.

Contrasto alla povertà

Inseriti anche altri 200 milioni per il reddito di cittadinanza per il prossimo anno (circa quattro miliardi nel prossimo decennio) e anche 40 milioni per il Fondo per la distribuzione di derrate alimentari alle persone indigenti per fronteggiare sacche di estrema povertà.

La lotteria degli scontrini

In manovra viene confermato il lancio dell’operazione cashback per premiare chi effettua acquisti con moneta elettronica. Cambiano, invece, le regole della cosiddetta “lotteria degli scontrini”, che sarà riservata solo a coloro che effettuano i pagamenti con bancomat, carte di credito e app.

Agevolazioni per adeguare gli uffici

Viene mantenuto il credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro alle norme anti-Covid nel 2021 ma solo per i sei mesi anziché un anno. In alternativa “i beneficiari di tale misura agevolativa possono optare per la cessione del credito d’imposta”.

Bonus bicicletta

Il governo ha deciso di estendere il cosiddetto “bonus bici” stanziando 120 milioni sino a tutto il 2026. Il buono pari al 60% della spesa sostenuta e, comunque, in misura non superiore a 500 euro, sarà valido per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, e di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica. 

Assunzioni under 35

Le aziende che assumono under 35 avranno l’esonero contributivo del 100%, per massimo 36 mesi e per un importo massimo di 6.000 euro. Lo sconto nelle regioni meridionali (Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna) sale a sino ad massimo di 48 mesi. L'incentivo spetta ai datori di lavoro che non abbiano proceduto a licenziamenti nei sei mesi precedenti l'assunzione, né procedano nei nove mesi successivi.

Scuolabus

In arrivo 350 milioni per potenziare i servizi di trasporto scolastico di Comuni e Regioni: nella bozza della manovra si stanziano 200 milioni per aumentare i bus per gli studenti e 150 milioni per consentire agli scuolabus di effettuare il servizio nel rispetto delle norme anti-Covid.

 

Tags:
Risorse finanziarie, manovra, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook