08:16 02 Dicembre 2020
Economia
URL abbreviato
1 0 0
Seguici su

La Banca Centrale Europea (BCE) conferma il quadro economico negativo nel quale stazione l'Unione Europea alla luce dei pessimi dati sulla diffusione della pandemia negli Stati.

Pubblicato dalla Banca centrale europea (BCE) il bollettino economico periodico con il quale monitora lo stato di salute dell’economia Europea.

Purtroppo le notizie confermano il rallentamento dell’economia che già la Commissione europea aveva stimato per il quarto trimestre del 2020 presentando le sue previsioni economiche.

Secondo la BCE “la ripresa economica dell’area dell’euro perde slancio più rapidamente delle attese, dopo il forte, benché parziale e disomogeneo, recupero dell’attività economica” visti nei mesi estivi.

A causare il forte rallentamento dell’attività economica europea è “l’incremento dei casi di Covid-19 e il connesso inasprimento delle misure di contenimento” che anche la BCE considera come limitative per le attività economiche, “provocando un evidente deterioramento delle prospettive a breve termine”.

Peggioramento delle aspettative di crescita

Quel che la BCE intende dire è che per il quarto trimestre del 2020 dovremo attenderci una crescita del prodotto interno lordo UE inferiore rispetto alle aspettative di qualche mese fa.

Siamo quindi entrati nello scenario peggiore di cui la BCE aveva tenuto conto nei precedenti bollettini, ma che nessuno mai avrebbe voluto si materializzasse.

Ad essere particolarmente colpito è il settore dei servizi alle persone e alle imprese. Il settore dei servizi sta subendo le conseguenze peggiori a causa delle misure di contenimento sanitarie.

La BCE assicura il suo intervento

La Banca centrale europea assicura che è pronta a reimpostare i suoi strumenti e usare nuove iniziative di aiuto per garantire che “le condizioni di finanziamento restino favorevoli per sostenere la ripresa economica”.

Il prossimo mese si riuniranno gli esperti dell’Eurosistema per presentare i dati sull’esercizio delle proiezioni macroeconomiche. Quei dati verranno usati dalla BCE per capire meglio la situazione, valutare gli effetti della pandemia, le prospettive di rilascio di uno o più vaccini e l’andamento del tasso di cambio.

Inflazione negativa

Secondo la BCE l’inflazione resterà negativa fino all’inizio del nuovo anno, ciò si tramuta in prezzi dei beni che non aumentano ma calano per effetto della contrazione dell’attività economica generale.

Tags:
Economia, BCE
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook