08:23 02 Dicembre 2020
Economia
URL abbreviato
1 0 0
Seguici su

Il governo pensa ad un decreto ristori bis per coprire le ulteriori restrizioni che saranno introdotte dal dpcm di quest'oggi. I ristori saranno modulati sulle restrizioni applicate

Il viceministro dell’Economia Antonio Misiano conferma che il governo lavora “ad un secondo decreto legge per sostenere e aiutare le attività economiche interessate dai nuovi provvedimenti restrittivi, analogamente a quanto abbiamo fatto con il primo decreto ristoro”, lo ha detto intervenendo ad ‘Agorà’ il programma televisivo di Raitre.

Anche secondo il quotidiano La Repubblica, il Tesoro studia un decreto ristoro bis con delle indennità selettive per quelle Regioni che rischiano di dover chiudere quasi totalmente.

Dovrebbero arrivare ulteriori 1,5 miliardi di euro per partite Iva e artigiani, che andrebbero a coprire e includere categorie che fino a ora sono state escluse dal primo decreto ristori.

In pratica i ristori seguiranno il dispositivo sanitario nazionale che prevede la divisione delle Regioni in zone verdi, arancioni e rosse. Quindi con l’aumentare dell’entità delle restrizioni aumenteranno anche gli incentivi per le attività colpite.

Correlati:

Covid studio Altamedica: ci si contagia sui mezzi pubblici, meno in palestre, ristoranti e teatri
Vino, Consorzio Chianti denuncia crollo consumi 70% causa chiusura ristoranti
Semi-lockdown in Alto Adige: chiusi negozi, bar e ristoranti. Coprifuoco dalle 20 alle 5
Tags:
Economia, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook