18:44 28 Novembre 2020
Economia
URL abbreviato
111
Seguici su

L'emergenza Covid ha spostato l'Halloween di quest'anno nelle case degli italiani dove la zucca diventa protagonista per sculture e ricette, lo riporta Coldiretti che registra un boom di richieste per l'ortaggio più grande del mondo.

Secondo quanto afferma Coldiretti, l'emergenza Covid ha spinto per questo Halloween a sfruttare la zucca, protagonista di questa festa, per ornamenti casalinghi e per ricette. Coldiretti in questa occasione ha organizzato eventi con Campagna Amica ha programmato iniziative in molti agriturismi e nei mercati degli agricoltori.

"Dalla padella all’intaglio per realizzare il caratteristico simbolo delle streghe si è registrato un boom di richieste per accaparrarsi in tempo l’ortaggio più grande del mondo con le produzioni aumentate in quantità del 15%, nonostante le anomalie climatiche che hanno portato a perdite in alcuni territori" spiega Coldiretti.

​Produzione di zucche Made in Italy, consumo alimentare ma non solo

"Complessivamente in Italia sono circa 2000 gli ettari coltivati, divisi soprattutto tra Lombardia (con circa il 25% della superficie nazionale), Emilia Romagna e Veneto, seguite da Campania, Lazio, Liguria, Sicilia e Toscana. Si tratta per la quasi totalità di prodotti destinati al consumo alimentare anche se cresce la coltivazione di varietà di zucche a scopi ornamentali o da “competizione” con esemplari che possono arrivare anche oltre i 900 chili di peso. […] Il prezzo medio al dettaglio sul territorio nazionale quest’anno va da 1,50 a 2 euro con una crescita negli ultimi giorni, mentre ai produttori agricoli vengono pagate fra 30 e 60 centesimi al chilo" afferma Coldiretti.

​"Purtroppo l’emergenza coronavirus ha portato all’annullamento di sagre e fiere legate alle zucche che rappresentavano l’occasione per acquistare direttamente dai produttori zucche di tutte le dimensioni e varietà, comprese quelle non commestibili per usi ornamentali ma Rimangono i mercati degli agricoltori di Campagna Amica con la propria rete di vendita diretta per acquistare il gigante degli ortaggi in filiera corta" sottolinea Coldiretti.

Consiglio di Coldiretti: comprare dagli agricoltori per assicurarsi il Made in Italy

Il consiglio della Coldiretti è di acquistare le zucche direttamente dagli agricoltori per assicurarsi un prodotto Made in italy ma anche per sostenere l’economia e l’occupazione locale in un momento difficile per il Paese.

"La legge impone oggi di indicare l’origine sulle zucche fresche intere, ma non su quelle tagliate, né su quelle trasformate, né sui classici semi di zucca. Così aumenta il rischio di portare a tavola zucche provenienti da paesi dove non vigono le stesse regole sull’uso di pesticidi, come nel caso dell’Egitto e della Tunisia, tra i principali esportatori in Italia assieme al Portogallo. Nel 2019 l’Italia ha importato circa 8,6 milioni di chili di zucca, ma nei primi 7 mesi del 2020 le importazioni sono aumentate del 42%, trascinate anche dall’effetto lockdown, con aumento delle preparazioni casalinghe" avverte Coldiretti.

In una precedente analisi sui consumi Coldiretti ha registrato un aumento nei prezzi di frutta e verdura per via dei timori di un nuovo lockdown.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook