04:29 29 Novembre 2020
Economia
URL abbreviato
0 43
Seguici su

Secondo quanto riportati dall'ultimo rapporto Istat, il Paese ha avuto nel terzo trimestre un rialzo del Pil a 16,1% rispetto al trimestre precedente che si era chiuso a -13%.

Il Pil nazionale ha registrato nel terzo trimestre del 2020 un rimbalzo del 16,1%, secondo quanto riportato da Istat in base alle stime provvisorie. Su base annua, rispetto al periodo giugno-settembre 2019, l'economia ha invece registrato una contrazione del 4,7%.

La variazione acquisita del Pil italiano per il 2020 è pari a -8,2%.

"Il terzo trimestre ha avuto quattro giornate lavorative in più rispetto al trimestre precedente e una giornata lavorativa in più rispetto al terzo trimestre del 2019. La variazione congiunturale è la sintesi di un aumento del valore aggiunto sia nel comparto dell’agricoltura, silvicoltura e pesca, sia in quello dell’industria, sia in quello dei servizi. Dal lato della domanda, vi è un contributo positivo sia della componente nazionale (al lordo delle scorte), sia di quella estera netta" si legge nel comunicato di Istat.

​Il rimbalzo del Pil ha superato le stime di entrambi analisti e Governo, il quale si aspettava una crescita poco superiore al 13%, tale da recuperare il crollo del secondo trimestre, mentre il consensus si aggirava tra l'11 e il 12%.

Bankitalia aveva recentemente indicato una possibile crescita del 12%, stessa cifra stimata anche dall'Ufficio parlamentare di bilancio.

Nella giornata di ieri il Presidente di Confindustria Carlo Bonomi aveva avvertito sul rischio, con il proseguimento del lockdown parziale nel Paese, di ulteriori danni al Pil nazionale.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook