05:40 24 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
319
Seguici su

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha annunciato la scoperta di giacimenti di gas naturale nel Mar Nero mentre si trovava a bordo della nave di perforazione Fatih.

Le nuove riserve, secondo il presidente turco, ammontano ad 85.000 milioni di metri cubi, mentre il volume totale del pozzo TUNA-1 è di circa 405.000 milioni di metri cubi. Nell'agosto 2020, Erdogan ha annunciato che la nave Fatih aveva trovato il più grande giacimento di gas naturale nella storia del Paese nel Mar Nero, e in quel momento il suo volume era stimato a circa 320.000 milioni di metri cubi.

"La nostra nave ha continuato a lavorare dopo aver trovato il primo giacimento di gas. Durante le nuove esplorazioni sono stati trovati altri 85.000 milioni di metri cubi. Il volume totale ammonta a 405.000 milioni di metri cubi", ha annunciato il presidente turco in una trasmissione su Twitter durante la sua visita a bordo della Fatih.

Il presidente ha inoltre annunciato che l'obiettivo è ora quello di avviare l'estrazione di gas da questo giacimento nel 2023.

Allo stesso modo Erdogan ha dichiarato che la Turchia continuerà a cercare idrocarburi, sia nel Mar Nero che nel Mediterraneo, e ha anche sottolineato di aspettarsi "nuove buone notizie in pochissimo tempo."

Ankara e tensioni nel Mediterraneo orientale

Le tensioni tra Ankara e Atene si sono inasprite nel corso del mese di agosto dopo che la nave turca Oruc Reis ha iniziato le perforazioni esplorative nelle acque rivendicate dai greci nel Mediterraneo orientale.

La Grecia, che considera questo territorio come una sua zona economica esclusiva, ha messo le sue forze armate in massima allerta e ha promesso di proteggere i suoi diritti sovrani usando tutti i mezzi necessari.

Tags:
Energia, Mar Nero, Gas, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook