12:43 30 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
232
Seguici su

In audizione in commissione Bilancio, il ministro dell'Economia ha annunciato un'ampia riforma fisclae collegata all'assegno unico per famiglie.

E' in cantiere una riforma fiscale con un orizzonte temporale nel prossimo triennio, a partire dal 2021. Lo ha annunciato oggi il ministro dell'Economia e Finanza, Roberto Gualtieri, durante l'audizione sulla NaDef alle commissioni Bilancio di Camera e Senato sui provvedimenti contenuti nella Nadef.

Il Governo punta a “un’ampia riforma fiscale nel triennio 2021-2023 che sarà introdotta con una legge delega che si legherà all’altra riforma che vogliamo adottare già dal 2021 e che stiamo approfondendo, ovvero la legge delega che riguarda l’assegno unico universale per i figli”, ha riferito il ministro nella sua relazione. 

La riforma del fisco avrà bisogno di un arco di tempo triennale per il suo compimento in quanto  “composta di vari moduli”. L'obiettivo di Gualtieri, ha specificato, è quello di rendere operativo il modulo della riforma dell’Irpef dal primo gennaio 2022.

Gualtieri ha poi mostrato risultati ottimistici riguardo le entrate, che "vanno meglio del previsto”.

“Voglio ringraziare quei contribuenti che anche nei mesi peggiori della pandemia hanno continuato a versare i propri oneri fiscali e contributivi anche se avevano diritto alla sospensione”, ha detto il ministro.

“La vera sfida che dobbiamo affrontare - ha continuato - perché queste stime possano essere confermate o ancor meglio sorpassate consiste nel contenimento del virus”.

La nota al DEF

Nella nota di aggiornamento al Documento Economico e Finanziario (NaDef), la riforma fiscale è collegata all'assegno unico per le famiglie, la misura di sostegno voluta dal ministro della Famiglia Bonetti come primo provvedimento del Family Act. 

Tra i principali obiettivi del triennio indicati nel NaDef, come parte integrante del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR): 

  • L'attuazione di un’ampia riforma fiscale che "migliori l’equità, l’efficienza e la trasparenza" del sistema tributario riducendo  il carico fiscale sui redditi medi e bassi;
  • l’introduzione di un assegno unico e universale per i figli;
  • la lotta all'evasione. 
Tags:
Irpef, fisco, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook