12:11 20 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
0 11
Seguici su

Il processo di selezione per un nuovo direttore generale dell'Organizzazione mondiale del commercio (Wolrd Trade Organization - WTO) sta arrivando alla fine. Gli ultimi due, da una lista iniziale di otto candidati, sono l'ex ministro delle finanze nigeriano Ngozi Okonjo-Iweala e il ministro del commercio sudcoreano Yoo Myung-hee.

Entrambe sono donne, il che significa che sarà la prima volta che questa carica non verrà occupata da un uomo. Il mandato è di quattro anni e il nuovo capo avrà l'opportunità di candidarsi per un secondo mandato.

Durante il secondo round di consultazioni tra i membri del WTO, Mohamed Maziad Tuwaijri (Arabia Saudita), Amina Mohamed (Kenya) e Liam Fox (Regno Unito) sono stati esclusi dalla lista dei candidati.

Durante le consultazioni riservate a ciascuna delegazione è stata posta un'unica domanda: quali sono le loro preferenze? I membri dovevano indicare due preferenze.

"Il nostro obiettivo resta quello di incoraggiare e facilitare la costruzione del consenso tra i membri e di aiutare a superare questo elenco finale di due candidati e prendere una decisione sulla nomina. Poiché questo è l'ultimo round del processo di consultazione, dovrebbe portarci al punto in cui possiamo fare una raccomandazione al Consiglio Generale su tale decisione", ha spiegato il presidente del Consiglio Generale, Ambasciatore David Walker.

Il Consiglio generale è il più alto organo decisionale del WTO, a parte la Conferenza ministeriale che si riunisce ogni due anni.

L'ultimo ciclo di consultazioni si svolgerà tra il 19 e il 27 ottobre.

"Durante questo periodo, ai membri del WTO verrà chiesto, in consultazione riservata, di esprimere un'unica preferenza e, in base a tali preferenze, i tre coordinatori forniranno la loro valutazione su quale dei due candidati sarà più probabile un raggiungimento del consenso dei membri e che possa diventare il settimo direttore generale dell'Organizzazione mondiale del commercio", ha spiegato Walker.

Secondo le linee guida del Consiglio Generale, la considerazione chiave nel determinare quale candidato è più adatto a raggiungere il consenso è "l'ampiezza del sostegno" che ogni candidato riceve dai membri.

Chi sono i due candidati?

Ngozi Okonjo-Iweala

Il due volte ministro delle Finanze della Nigeria e prima donna ministro degli esteri del paese africano, Ngozi Okonjo-Iweala, è considerata un pioniere. Ora sta cercando di fare la storia, poiché aspira a diventare la prima donna e donna africana a guidare il WTO.

Nata in Nigeria, ha trascorso gran parte della sua vita negli Stati Uniti, diplomandosi al Massachusetts Institute of Technology (MIT) e ad Harvard.

Ha lavorato per 25 anni presso la Banca Mondiale, che l'ha nominata amministratore delegato dell'organizzazione tra il 2007 e il 2011. È stata anche responsabile del Ministero delle finanze del suo paese in due occasioni, nonché del Ministero degli affari esteri.

Attualmente è presidente del consiglio di amministrazione della International Vaccine Alliance, GAVI. Nel 2018, infatti, è entrata a far parte del consiglio di amministrazione di Twitter.

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov
© Sputnik . Vladimir Astapkovich

Descrive il mestiere come "una missione e una passione".

Yoo Myung-hee

Yoo Myung-hee è un avvocato e ha trascorso i suoi 30 anni di carriera nei ministeri del Commercio e degli Affari Esteri. È l'attuale ministro del Commercio della Corea del Sud dal 2019.

Yoo, 53 anni, ha conseguito un dottorato presso la Vanderbilt University negli Stati Uniti.

Durante la sua carriera ha gestito una serie di trattative di libero scambio. Questi includono sia la Corea del Sud e la Cina nel 2014 sia la revisione dell'accordo con gli Stati Uniti nel 2018, richiesta da Donald Trump.

Yoo ha promesso di riformare il WTO Fripristinando e rafforzando i sistemi multilaterali, nonché mediando tra Stati Uniti e Cina, i due paesi membri più potenti. Ha assicurato che la sua esperienza come negoziatore con gli Stati Uniti e la sua esperienza lavorativa in Cina l'aiuteranno a raggiungere il suo obiettivo.

Sottolinea la sua "profonda conoscenza e comprensione dei dettagli di varie aree degli accordi commerciali".

 

Correlati:

WTO, il direttore generale Roberto Azevêdo annuncia le dimissioni
"Managed Trade", la UE prepara un reclamo al WTO contro l’accordo commerciale USA-Cina
Il WTO si schiera con la Cina nella contesa delle tariffe con gli Stati Uniti
Tags:
WTO
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook