12:54 21 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
222
Seguici su

Le famiglie italiane hanno meno potere di acquisto e tendono a risparmiare sugli acquisti che crollano dell'11.5% nel II trimestre del 2020. L'indebitamento delle PA cresce significativamente.

Il reddito delle famiglie cala del 5,8% nel secondo trimestre del 2020 rispetto al primo trimestre, con i consumi che si contraggono dell’11,5%.

Aumentata significativamente anche la propensione al risparmio delle famiglie del 18,6%, ovvero il 5,3% in più rispetto al trimestre precedente.

Cala anche il potere di acquisto delle famiglie del 5,6% rispetto al trimestre precedente nonostante la dinamica dei prezzi sia negativa.

Pubbliche amministrazioni indebitate

Significativo l’indebitamento delle Pubbliche amministrazioni che in rapporto al Pil sale del 10,3%, mentre nello stesso trimestre del 2019 era dello 0%.

Il saldo delle Pubblica amministrazioni incide negativamente sul Pil, in particolare il saldo primario delle PA incide del -5,9%, mentre il saldo corrente delle PA incide sul Pil del -6,3%. Nel secondo trimestre del 2019 i dati erano positivi, rispettivamente del +4,1% e del +3,3%.

Il commento dell’Istat

“L’incidenza del deficit delle Amministrazioni pubbliche sul Pil è sensibilmente aumentata rispetto al secondo trimestre del 2019 per la decisa riduzione delle entrate legata alla contrazione dell’attività economica e per il consistente aumento delle uscite su cui hanno inciso le misure di sostegno introdotte per contenere gli effetti negativi dell’emergenza sanitaria ed economica.”

Lo scrive l’Istat commentando i dati del conto trimestrale delle Pubbliche amministrazioni e il reddito e il risparmio delle famiglie, oltre ad analizzare i profitti delle società.

Correlati:

Istat, occupazione dipendenti: 818 mila posizioni lavorative in meno
Istat: "Nel 2019 la pressione fiscale sale al 42,4%"
Occupati in Italia, ad agosto +83mila secondo l’Istat
Tags:
Debito, Debito pubblico, Famiglia, ISTAT
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook