12:07 20 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
107
Seguici su

La francese Sanofi e la britannica GSK hanno siglato un accordo con il governo canadese per la fornitura di 72 milioni di dosi del candidato vaccino contro il coronavirus.

Il contratto prevede che le forniture del vaccino inizieranno nel 2021, si apprende da un comunicato reso noto sul sito web di Sanofi.

Sanofi e GSK hanno annunciato all'inizio di settembre l’avvio delle prime due fasi delle sperimentazioni cliniche del vaccino. Come riportato in precedenza, le compagnie sperano di ottenere i primi risultati all’inizio di dicembre per poter passare alla terza fase dei test alla fine dello stesso mese.

Se i dati ottenuti saranno sufficienti per una domanda di licenza, quest'ultima verrà presentata nella prima metà del 2021.

Nella scorsa settimana la Commissione Europea ha annunciato l’accordo con Sanofi e GSK su 300 milioni di dosi del vaccino.

L’UE ha intenzione di dotarsi dei vaccini immediatamente dopo il rilascio dell’autorizzazione da parte dell’Agenzia europea per i medicinali. L'antigene e dosi del vaccino finale saranno prodotti nei paesi europei agli stabilimenti produttori di farmaci in Italia, Belgio, Germania e Francia.

Secondo il presidente di Sanofi France Olivier Bogillot, una dose del vaccino britannico-francese costerà meno di 10 euro.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook