21:36 31 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
201
Seguici su

Gualtieri starebbe sondando la disponibilità di Unicredit all'acquisto delle quote detenute dallo stato dopo il salvataggio del 2017 dell'istituto di Palazzo Salimbeni.

Unicredit potrebbe comprare la partecipazione statale di Mps e diventare azionista di maggioranza. Secondo alcune indiscrezioni riportate da Bloomberg, che cita persone informate sui fatti, il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri avrebbe preso contatti informali con Unicredit per la cessione del 68% delle quote del Monte dei Paschi di Siena.

Le trattative sarebbero ancora ad una fase preliminare, durante la quale Gualtieri starebbe sondando la disponibilità dei vertici della banca di piazza Gae Aulenti e valutando una serie di opzioni, riferisce Bloomberg.

Unicredit avrebbe già condotto un'analisi interna per valutare i dettagli dell'operazione, ma le fonti spiegano che l'amministratore delegato, Jean Pierre Mustier, non prenderà in considerazione alcun accordo che non sia almeno neutro in termini di capitale e che non protegga la banca da rischi legali.

Il subentro di Unicredit potrebbe rappresentare una valida via d'uscita per il Mef, dopo il salvataggio di Mps dalla bancarotta nel 2017 con l'acquisto del 68% delle azioni da parte dello Stato, che adesso dovrà cederle come previsto dall'accordo Ue. 

Il ministro Gualtieri ha già firmato una bozza di decreto di vendita, per permettere la cessione della sua partecipazione in Mps entro la fine del 2021. Le operazioni di cessione o fusione potranno essere avviate solo dopo aver completato il trasferimento di 8 miliardi a Amco, la società di gestione e recupero crediti di proprietà statale. Il rischio legale di Mps, dovuto alle numerose cause civili, ammonta a 10 miliardi di euro.

Tags:
Unicredit, Siena, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook