02:13 20 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
121
Seguici su

Nel secondo semestre del 2020 sono andati persi 841 mila posti di lavoro su base annua. A soffrire di più il mezzogiorno e i giovani under 35.

Il dato dell'occupazione relativo al secondo semestre del 2020 è stato segnato marcatamente dal lockdown di marzo e aprile. Si è registrato difatti un calo di 470mila unità rispetto al primo trimestre e di 841mila unità rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, il 2019, secondo quanto conferma Istat

A soffrire di più della contrazione sul mercato del lavoro sono soprattutto i lavoratori a termine e gli autonomi. A fronte di una variazione negativa del 3,6% dell'occupazione complessiva, i dipendenti a tempo determinato sono diminuiti di 677mila unità  (-21,6%) mentre gli indipendenti hanno perso 219mila unità (-4,1%) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

L'aumento della disoccupazione è infatti dovuto al mancato rinnovo dei contratti in scadenza, poiché "la sospensione delle attività - ha sottolineato l'Istat - ha fortemente pregiudicato l'avvio di nuovi rapporti di lavoro, in particolare di quelli a termine e delle loro possibili proroghe o trasformazioni in contratti a tempo indeterminato". L'estensione della moratoria sui licenziamenti ha salvaguardato i lavoratori con contratto a tempo indeterminato. 

Ad essere più colpiti dal crollo dei contratti a tempo determinato sono stati gli under 35, che hanno perso l'8% dell'occupazione scendendo a 4.776.000 unità. La fascia d'età  mentre tra i 35 e i 49 anni ha perso 424mila unità, arrivando a  9.157.000, mentre quella sopra i 60 ha perso solo 1.000 unità, arrivando a quota 8.780.000.

Il Mezzogiorno è stato maggiormente interessato dalla flessione dell'occupazione, per via della quota maggiore di lavoratori con contratto a termine e della minore presenza dell'industria, comparto che ha mostrato una maggiore tenuta dei livelli occupazionali. Il calo dei posti di lavoro è infatti del -5,3% a Sud, del -3% al nord e del -2,9% al centro.

Tags:
Coronavirus, ISTAT, disoccupazione, Lavoro, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook