03:29 03 Dicembre 2020
Economia
URL abbreviato
302
Seguici su

In un'intervista a 'la Repubblica" il Cancelliere austriaco Sebastian Kurz parla della possibile gestione del Recovery Fund da parte dell'Italia. Piccata la risposta di Tiziana Beghin, capo-delegazione del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo: "Faccia i compiti a casa, l'Italia e gli italiani sono in buone mani".

In un'intervista concessa al quotidiano 'la Repubblica', il Cancelliere austriaco Sebastian Kurz ha parlato delle misure economiche affrontate dall'Unione per fronteggiare la pandemia. 

"Le misure contro la pandemia devono restare irripetibili altrimenti i Paesi perderanno in responsabilità e spinta alle riforme", ha ammonito.

Il leader austriaco ha parlato anche della possibile gestione dei 209 miliardi destinati all'Italia proprio attraverso il Recovery Fund.

Secondo Kurz "sarà decisivo utilizzare questa cifra per investimenti nel futuro che creino valore, con particolare riferimento ai settori dell’innovazione, della digitalizzazione e dell’ambiente. Ci sono anche indicazioni piuttosto chiare su come spendere questi soldi, con la sorveglianza della Commissione. Il Recovery Fund ci sarà una volta sola, giochiamoci bene questa chance".

La necessità di contestualizzare lo strumento del Recovery Fund per Kurz è fondamentale perché non deve trattarsi di "un’unione dei debiti a lungo termine. Non lo consentiremo mai. Sarebbe fatale, perché causerebbe una riduzione della responsabilità e inibirebbe la spinta per le riforme strutturali".

La sua Austria d'altronde ha fatto parte di quei paesi definiti "frugali" in merito alla questione e aveva già chiarito per bocca del suo Ministro degli Esteri austriaco Alexander Schallenberg la questione che il Recovery Fund non avrebbe dovuto essere una "mutualizzazione del debito". 

Pronto è arrivato il commento all'intervista di Tiziana Beghin, capo-delegazione del Movimento 5 Stelle al Parlamento europeo.

"Italia e Austria sono Paesi vicini e alleati e niente e nessuno potrà mai intaccare l'amicizia e il legame che li lega. L'intervista del Cancelliere austriaco Kurz dimostra dunque che non ha ancora digerito la sconfitta sul Recovery Fund durante l'ultimo Consiglio europeo di Luglio", ha commentato.

La Beghin ha commentato il successo dell'Italia relativamente alla vicenda proprio come un punto di svolta e di abbandono delle politiche di austerity dell'UE.

"Grazie a Giuseppe Conte e alla sua determinazione, l'Europa ha cambiato pagina rispetto alle vecchie politiche dell'austerity: il piano Next Generation Eu prevede 750 miliardi tra contributi a fondo perduto e prestiti, così come chiedevano l'Italia e i Paesi della solidarietà", ha dichiarato.

Per finire ancora parole piccate indirizzate a Kurz, invitato a guardarsi in casa senza commentare le vicende italiane. 

"Anziché criticare il nostro Paese che ha superato con successo la fase più dura della pandemia e sta lavorando per un grande piano nazionale di investimenti, Kurz dovrebbe mettersi a lavorare internamente per mettere il suo Paese al passo con le normative europee che troppo spesso non rispetta (...) Kurz faccia i compiti a casa, l'Italia e gli italiani sono in buone mani", ha concluso.
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook