23:30 26 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
232
Seguici su

Si apre la seconda fase della vertenza Air Italy, quella in cui si deciderà sul destino della compagnia aerea, e si ipotizza l'ingresso della regione Sardegna nella compagine azionaria.

Con la firma dell'accordo per la cassa integrazione e le altre misure a sostegno dei 1.453 lavoratori, arrivato venerdì pomeriggio dopo un braccio di ferro durato settimane, si è chiusa la prima fase della vertenza Air Italia. Nella seconda fase verrà delineato il futuro della compagnia sarda. 

Per la compagnia si profilano due soluzioni. La prima potrebbe essere quella di entrare nella NewCo Alitalia e divenirne una costola. L'altra sarebbe quella di una nuova compagnia pubblico-privata, con un possibile ingresso delle regioni. E c'è chi auspica - anche fra i sindacati - l'entrata in scena della Sardegna, ritenuta un player indispensabile. 

"E' indispensabile che la Regione Sardegna entri nella compagine azionaria della new-co è questo sarà quello che chiederà negli incontri che si svolgeranno a breve con i massimi vertici della regione Sardegna, dal Governatore all'Assessore Regionale dei Trasporti all'Assessora Regionale del Lavoro", dice Arnaldo Boeddu (CGIL), citato da Il Sole 24 ore. 

Intanto, dopo il lockdown e la moratoria di 60 giorni del Cura Italia, è stato nuovamente scongiurato il licenziamento dei quasi 1.500 dipendenti Air Italy, che saranno coperti per dieci mesi dalla Cig e poi dalla Naspi. Un paracadute della durata complessiva di 30 mesi.

Il ministro dei Trasporti e Infrastrutture, Paola de Micheli ha deifnito l'accordo di venerdì un primo passo per tutelare le professionalità. 

​ "Nei prossimi mesi continueremo a lavorare per trovare risposte ai bisogni dei lavoratori", ha aggiunto. 

Il 25 agosto l'Enac è arrivata la sospensione la licenza di trasporto aereo di Air Italy, che dal primo marzo ha cessato la propria attività. 

Per il governatore della Sardegna, Christian Solinas, è necessario che le "professionalità e risorse riconosciute vengano inserite in un piano industriale coerente che valorizzi sia i collegamenti di medio e lungo raggio sia quelli di corto raggio che mettano al centro la nostra Isola e la continuità territoriale", riporta il Sole 24Ore. 

"La Regione - conclude - resta e si conferma parte attiva nel processo del rilancio industriale della compagnia aerea e delle professionalità a essa legate, utile alla valorizzazione economica e sociale di un intero territorio".

Il fallimento Air Italy

Lo scorso 11 febbraio 2020 l'Assemblea degli Azionisti di Air Italy ha deliberato lo scioglimento della società e la liquidazione volontaria della stessa. L'ultimo volo Air Italy è stato il IG996, operato sulla rotta Malè-Milano Malpensa il 26 febbraio 2020.

L’Enac, l’Ente nazionale per l’aviazione civile, ha sospeso la licenza di trasporto aereo di Air Italy lo scorso 25 agosto. 

Tags:
compagnia aerea, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook