16:25 27 Novembre 2020
Economia
URL abbreviato
0 80
Seguici su

L'economia americana sta affrontando una delle crisi economiche peggiori dai tempi della seconda guerra mondiale.

Nel corso del 2021 il dollaro potrebbe subire un brusco crollo, pari circa al 36% del suo valore rispetto all'euro. Ad ipotizzare un simile scenario è stato il direttore della AG Bisset, compagnia specialista nella gestione delle valute, Ulf Lindahl.

A riferirlo, nella mattinata odierna, è l'agenzia di stampa Reuters. La valuta americana ha già subito una contrazione dell'11% nell'anno in corso e tutti i maggiori hedge fund sono pronti a scommettere su un ulteriore tonfo della moneta americana.

A gennaio il dollaro veniva scambiato a 1,12 con l'euro, un valore che, già nel mese di settembre, è arrivato a quota 1,18, nonostante nelle ultime due settimane si sia assistito ad una frenata.

Gli analisti di Goldman Sachs hanno pronosticato che entro il 2023 1 euro sarà scambiato per circa 1,3 dollari, mentre sono pochi gli investitori che si aspettano una ripresa della valuta americana nel corso dei prossimi mesi.

La crisi economica negli USA

A causa della pandemia di Covid-19 gli Stati Uniti si troveranno a dover affrontare una delle più pesanti crisi economiche della propria storia.

Già nel mese di marzo la Bank of America (BofA) aveva preventivato un calo del PIL pari al 12%, un record dai tempi della Seconda guerra mondiale.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook