11:32 19 Settembre 2020
Economia
URL abbreviato
141
Seguici su

Gli italiani hanno speso 116 miliardi di euro in meno in questi mesi di pandemia, con una maggiore flessione registratasi nel settentrione rispetto a un Mezzogiorno d'Italia che ha retto meglio.

Secondo il Centro studi Confcommercio le attività commerciali italiane hanno perso 116 miliardi di euro in consumi non effettuati.

Il calo medio nazionale è del 10,9%, con un crollo delle spese di circa 1.900 euro pro capite.

A livello di macroregione vi sono delle differenze sostanziali, con il nord Italia che risulta essere la zona più penalizzata a causa della più pesante diffusione del nuovo coronavirus: -11,7%.

Il Trentino Alto Adige è la regione con il crollo più accentuato pari al -16%.

In valore assoluto è però la Lombardia la regione più penalizzata con un calo nei consumi di 22,6 miliardi di euro.

Il sud Italia tiene meglio con una riduzione della spesa leggermente più contenuta: -8,5%. In questa macroarea è la regione Molise ad aver risentito più di tutte con un calo del -7,5%. Confcommercio spiega che ciò si è verificato “a causa della minor presenza di turisti stranieri e di una minore caduta dei redditi”.

5 anni per recuperare i livelli del 2019

Secondo l’analisi di Confcommercio la caduta di questi pochi mesi sarà pesante perché i livelli di spesa del 2019 si recupereranno nei prossimi cinque anni.

"Rimangono pertanto fondamentali - sottolinea l'Ufficio Studi di Confcommercio - riforme strutturali, da finanziare in parte con i fondi europei (Recovery Fund, ndr), per tornare a crescere a ritmi più coerenti con le legittime aspettative di famiglie e imprese".

Correlati:

Crisi Covid, in arrivo il bonus ai consumi per chi effettuerà pagamenti elettronici
Arriva il bonus Pos per spingere i consumi, sconti per i pagamenti effettuati con carta
Coldiretti sui consumi, -10% spesa alimentare nel 2020
Tags:
Confcommercio, Economia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook