00:05 24 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
143
Seguici su

La pandemia ha rilanciato la domanda di case in campagna, rustici e casali nelle aree provinciali, nei borghi e nei piccoli comuni con un incremento delle ricerche pari al 29% rispetto al periodo pre-Covid. Lo comunica un rapporto di Idealista.

Un'analisi di Idealista mostra che dopo il lockdown il desiderio di spazi aperti è esploso con un’impennata a luglio, forse preludio a un rimbalzo delle compravendite immobiliari nel periodo autunnale. Cresce quindi la richiesta di case di campagna, principalmente nelle zone del bresciano e dell’alessandrino, con un incremento del 29% rispetto al periodo pre-Covid.

"Il ricorso sempre più massiccio allo smart working sta spingendo molte persone a ripensare alle proprie esigenze abitative post lockdown, così le proprietà rurali hanno registrato un'impennata durante la primavera ed estate. I piccoli centri potrebbero costituire una valida alternativa per garantirsi un ambiente di elevato standard di vivibilità grazie a spazi ampi e aperti, a prezzi decisamente più contenuti delle grandi città" ha osservato Vincenzo De Tommaso dell'Ufficio studi di Idealista.

Le richieste sono più che triplicate in provincia di Brescia (268%) e Alessandria (241%). Più che raddoppiate invece le richieste in provincia di Asti (181%), Verona (129%), Viterbo (123%) e Brindisi (100%).

​Prezzi per l'acquisto stabili, ma alcune regioni sono al rialzo

Il trend dei prezzi sugli acquisti è stabile, con una variazione dello 0,1% rispetto al periodo pre-Covid, ma le province che segnano incrementi dei valori sono di più di quelle in contrazione.

"Le variazioni positive di maggiore entità si registrano in provincia di Roma (25,4%), Pisa (20,1%) e Bologna (18,9%), con altre 14 province racchiuse tra i rimbalzi dell’8,7% di Asti e lo 0,1% di Matera" continua l'analisi di Idealista.

Tra località dove le richieste sono più che raddoppiate dopo il lockdown, Toscana e Piemonte dominano, ma la domanda sostenuta anche in Umbria, Veneto e nel Lazio limitatamente alla provincia di Viterbo.

Una precedente analisi di Idealista aveva mostrato che i prezzi delle case avevano registrato un aumento dell’1,4% a luglio rispetto al mese precedente. Secondo i dati dell’Ufficio Studi di idealista, il valore medio degli immobili in Italia ora è di 1.746 euro al metro quadro, con un aumento dell'1,1% rispetto al 2019.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook