19:04 30 Settembre 2020
Economia
URL abbreviato
250
Seguici su

Ad incidere in maniera determinante sull'indebitamento pubblico di Londra è stata la pandemia di Covid-19.

Nel mese di luglio il debito pubblico britannico ha superato la soglia psicologia dei 2 trilioni di sterline, pari a circa 2,5 trilioni di euro.

Il debito netto, quindi escludendo le banche pubbliche, ha raggiunto la cifra astronomica di 2.004 trilioni di sterline, equivalente al 100,5% del Pil del paese.

Su base annuale, si tratta di un un aumento complessivo di 230 miliardi, rispetto ai dati rilevati nel luglio 2019.

"I dati odierni sono un duro monito affinché si faccia ritornare la finanza pubblica ad un livello sostenibile, e ciò comporterà delle scelte molto difficili", ha dichiarato oggi il ministro del Tesoro di Londra Rishi Sunak.

Ad incidere sull'indebitamento statale britannico, in primo luogo, è stata ovviamente la pandemia di Covid-19, con l'economia del paese che ha subito un crollo del 20,4% nel secondo trimestre del 2020, il quale a sua volta è stato accompagnato da un brusco aumento della disoccupazione.

Covid in Gran Bretagna

La Gran Bretagna resta il paese maggiormente colpito dal Covid nel Vecchio Continente, con 41.000 decessi e oltre 324.000 contagi complessivi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook