22:09 21 Settembre 2020
Economia
URL abbreviato
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (89)
1271
Seguici su

A due giorni dalla registrazione del vaccino russo Sputnik V, la holding spagnola IberAtlantic Global Corporation sarà il primo distributore in un mercato europeo.

Il primo vaccino contro il coronavirus al mondo Sputnik V, così come altri medicinali russi per far fronte alla malattia, saranno disponibili in Spagna. Come appreso da Sputnik, il gruppo spagnolo IberAtlantic Global Corporation, che ha un'ampia esperienza nella promozione di prodotti russi nei mercati dei paesi iberoamericani, ha accettato la proposta della Fondazione Roscongress di essere distributore di farmaci russi contro COVID-19.

Come afferma Irina Krivich, responsabile per lo sviluppo commerciale con la Russia e paesi della CSI presso IberAtlantic Global Corporation, il gruppo ha "rapporti eccellenti" con il mondo degli affari russo, il che, insieme a una conoscenza approfondita delle peculiarità del mercato dell'UE, consente da molti anni di condurre una proficua collaborazione, grazie alla quale i prodotti dalla Russia vengono immessi con successo sul mercato comune, nel rispetto delle normative doganali e commerciali.

Krivich si dice fiduciosa sul fatto che farmaci come Sputnik V o Avifavir possano diventare un "bestseller" nel mercato farmaceutico spagnolo, dove la notizia sui progressi nello sviluppo di farmaci anti-coronavirus in Russia ha innescato grande interesse, nonostante il "tono scettico" nelle pubblicazioni dei media occidentali.

"La domanda per questi prodotti promette di essere molto alta", ha sottolineato la Krivich.

L'interlocutrice di Sputnik ha aggiunto che la parte russa deve focalizzarsi sull'adempimento di tutte le condizioni necessarie per i medicinali stabilita dall'Agenzia spagnola per medicinali e prodotti sanitari (AEMPS) per far arrivare al più presto i suoi farmaci contro il COVID-19 sul mercato "estremamente esigente e regolamentato" dell'Unione Europea.

Irina Krivich ha anche affermato che IberAtlantic Global Corporation è pronta a partecipare alla promozione dei farmaci di fabbricazione russa in Africa e America Latina, con cui la holding spagnola ha "stretti contatti".

Il primo vaccino russo per il coronavirus

Il vaccino Sputnik V è stato sviluppato congiuntamente dall'Istituto di ricerca Gamaleya e dal Ministero della Difesa della Federazione Russa.

I test clinici sul primo vaccino russo per il coronavirus sono iniziati il 18 giugno e hanno visti impegnati 38 volontari, che hanno sviluppato immunità al virus e sono stati dimessi il 15 e il 20 luglio scorsi.

Tema:
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (89)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook