15:59 05 Dicembre 2020
Economia
URL abbreviato
0 14
Seguici su

Filiera Italia ha commentato la notizia sui bonus previsti dal decreto agosto. Tali incentivi riguarderanno, fra i settori colpiti, quello della ristorazione.

Positivo il giudizio di Filiera Italia sulla proposta di un bonus, esigibile anche attraverso credito di imposta, che incentivi l'acquisto di prodotti alimentari 100% italiani.

Meno apprezzabile, invece, la possibilità alternativa proposta in queste ore di supportare i consumi con processi di cashback sui pagamenti digitali.

"Un procedimento complesso e troppo generico che non solo richiederebbe procedure complesse di registrazione da parte del consumatore per ritorni minimi in termini di risorse ma che disperderebbe le risorse stesse non consentendone la canalizzazione verso una delle categorie più colpite dalla crisi rappresentata dalla ristorazione, non si premierebbe, infatti, altrimenti la filiera 100% italiana" spiega Luigi Scordamaglia, consigliere delegato di Filiera Italia, riguardo le anticipazioni relative alle misure a supporto dei consumi contenuti nel Dl Agosto.

 

La ristorazione, ricorda Filiera Italia, assorbe oltre il 30% della produzione alimentare italiana e la lenta ripresa sta mettendo a rischio intere filiera del Made in Italy alimentare, come il vino (-40%), i formaggi tipici (-45% ) e i salumi (-30%).

 

Secondo fonti del Governo, sarebbe presente nel Dl di agosto per i mesi fino a dicembre un bonus da due miliardi per spingere i consumi di bar e ristoranti, e forse anche per abbigliamento ed elettrodomestici, per dare forza al rimbalzo dell’economia. Il meccanismo del bonus-consumi prevede di condizionare l’incentivo agli acquisti all’utilizzo di carte di credito e bancomat, ritenute utili per favorire la tracciabilità e la lotta al "nero".

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook