00:40 22 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
1181
Seguici su

Eni conferma e annuncia l'incremento sul potenziale della scoperta a gas e condensati di Ken Bau, nel Blocco Esplorativo 114 nel bacino del Song Hong, nell’Offshore del Vietnam.

Eni rende noto il significativo accumulo di idrocarburi associato alla scoperta del pozzo esplorativo Ken Bau-2X, situato nel Blocco 114 nel bacino del Song Hong, nell’offshore del Vietnam, e annuncia l'incremento del suo potenziale.

"Ken Bau 2X è stato perforato a 2km dal pozzo di scoperta, in 95m d’acqua raggiungendo una profondità di 3658m sotto il livello del mare. Il pozzo ha incontrato mineralizzazione a gas e condensati su uno spessore complessivo di oltre 110 m in svariati intervalli di arenarie di età Miocenica intercalate da argille. Le stime preliminari dell’accumulo dopo i dati acquisiti su Ken Bau 2X indicano una scoperta compresa tra circa 200 e 250 miliardi di m3 di  gas grezzo in posto con 400 – 500 milioni di barili di condensato associato" comunica Eni.

Il pozzo è stato oggetto di una intensa campagna di acquisizione dati comprendente campionamento dei fluidi nei vari livelli risultati mineralizzati ed adesso verrà abbandonato minerariamente.

​"I risultati di Ken Bau 2X confermano l’importanza della scoperta effettuata nel 2019 e l’impegno di Eni Vietnam e del suo partner Essar E&P nel delinearne velocemente il potenziale, nonostante le operazioni siano state condotte in un periodo particolarmente sfidante a causa dell’epidemia COVID-19" spiega Eni.

Le operazioni svolte da Eni in Vietnam

Eni è presente in Vietnam dal 2013 e opera 4 blocchi localizzati nei bacini sotto esplorati di Song Hong e Phu Khan, nell’offshore del Vietnam centrale. La società è l’operatore del Blocco 114 con il 50% di interesse partecipativo, mentre il restante è detenuto da Essar E&P. Insieme al partner, Eni sta pianificando un ulteriore pozzo di delineazione sulla scoperta di Ken Bau e nel medesimo bacino di Song Hong.

"Il mercato del gas in Vietnam è in rapida crescita, in risposta al costante progresso del PIL nazionale ed al conseguente sviluppo di impianti a gas per la produzione di energia alimentati da risorse nazionali e, in futuro, da LNG di importazione. La scoperta di Ken Bau rappresenta l’opportunità per andare incontro rapidamente a questa domanda emergente" conclude Eni.

Agli inizi di luglio la società Eni ha comunicato la scoperta di gas nel Mediterraneo egiziano ed ha posizionato il primo pozzo esplorativo nella licenza di North El Hammad.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook