23:25 24 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
134
Seguici su

L'amministrazione Trump è pronta a colpire l'economia francese per rispondere all'introduzione della tassa sulle grandi compagnie americane quali Google, Apple, Facebook e Amazon.

Gli Stati Uniti d'America sono pronti ad imporre nuove tariffe al 25% su tutti i beni provenienti dalla Francia, per un totale di 1,3 miliardi di dollari.

La mossa è allo studio per rispondere alla digital tax voluta da Parigi, ma la sua implementazione sarà sospesa per un periodo che potrà arrivare fino ai 180 giorni.

Stando a quanto riferito dal Ufficio del Commercio americano, le nuove tariffe andranno ad avere un impatto significativo su articoli quali cosmetici e borse, i quali godono di un alto livello di commercializzazione in America.

Lo scorso anno il presidente Trump aveva già minacciato l'imposizione di tariffe sulle merci francese in risposta alla tassa digitale sui fatturati delle maggiori compagnie americane, le cosiddette GAFA (Google, Apple, Facebook e Amazon).

L'iter della digital tax

La legge sulla digital tax è stata approvata dal Parlamento francese nel luglio 2019, ma a gennaio 2020 Parigi si è risolta nel posporre l'introduzione della nuova tassa per consentire all'Organizzazione Internazionale del Commercio di riscrivere le regole per la tassazione delle cosiddette compagnie digitali.

A metà giugno 2020, tuttavia, Washington ha deciso di sospendere le discussioni, adducendo come giustificazione la necessità per l'esecutivo di concentrarsi sull'emergenza Covid-19. 

Tale scelta è stata interpretata e definita da Parigi una "provocazione", in quanto l'accordo era piuttosto vicino dall'essere raggiunto.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook