00:19 25 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
309
Seguici su

Cresce del 42,1% la produzione a maggio, rispetto al mese precedente, ma l'indice su base annua mostra una riduzione di un quinto delle attività industriali.

La fine del lockdown e la ripresa graduale delle attività economiche, hanno fatto segnare un balzo alla produzione industriale, che a maggio recupera il  42,1% su base mensile. Lo riferisce l'Istat. 

"E' un risultato molto incoraggiante e in linea con il profilo dell'andamento produttivo prospettato nell'ultimo Documento di Economia e Finanza", così ha commentato i dati  il ministro dell'Economia e Finanza, Roberto Gualtieri.

"Abbiamo ancora molta strada da fare - prosegue il ministro - ma il rimbalzo fatto segnare dalla produzione industriale a maggio è molto importante e stimiamo che proseguirà, anche se prevedibilmente a tassi più contenuti, nel bimestre giugno-luglio".

Un calo rispetto al 2019

Il dato sulla produzione diventa negativo se comparato all'anno precedente. Rispetto al 2019 la produzione industriale subisce una perdita pari a un quinto. Su base annua, ovvero rispetto allo stesso periodo dell'anno passato, il prodotto industriale si è ridotto del 20,3%

Inoltre, nei mesi marzo-aprile-maggio il livello della produzione è sceso del 29,9%, rispetto ai tre mesi precedenti. Complessivamente  è stata registrata una diminuzione tendenziale in tutti i settori, in particolare nella fabbricazione di mezzi di trasporto (-37,3%), abbigliamento, pelli e accessori (-34,1%) e articoli di gomma e materie plastiche(-24,8%). 

Cali minori sono stati rilevati nell'industria farmaceutica ed energetica.

Tags:
produzione, ISTAT, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook