18:29 13 Agosto 2020
Economia
URL abbreviato
171
Seguici su

L’Agenzia federale russa per la tutela dei consumatori (Rospotrebnadzor) sta valutando la riapertura dei confini con nove paesi europei e quattro paesi asiatici.

Il capo del Rospotrebnadzor Mikhail Orlov ha inviato una lettera all’Agenzia federale per il trasporto aereo (Rosaviatsiya) e al ministero dei Trasporti del paese con una proposta di ripristino dei collegamenti aerei nella prima fase con 13 paesi, riferisce il giornale russo RBK.

Nella lista dei paesi con cui dovrebbero essere riaperti confini c’è l’Italia. Nel documento vengono indicati anche Regno Unito, Ungheria, Germania, Danimarca, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Finlandia, Cina, Vietnam, Sri Lanka e Mongolia.

Due fonti del giornale in una compagnia aerea e nel settore del turismo hanno confermato l’elenco dei paesi. Tuttavia, al momento non c’è alcuna decisione di far ripartire i voli verso questi paesi. Questo è solo uno dei suggerimenti, ha affermato una fonte. A suo avviso, l'elenco finale dei paesi "sarà molto diverso". Non viene specificato quando potrebbero essere recuperati i collegamenti aerei con l’estero.

In precedenza, le autorità russe avevano affermato che i collegamenti aerei tra la Russia e altri paesi saranno ripristinati in due fasi, a seconda della situazione epidemiologica all'estero. Il ministero dei Trasporti valuterà l’idoneità degli aeroporti per il riavvio dei voli internazionali entro il 13 luglio.

Nel contesto della pandemia COVID-19 lo scorso 27 marzo la Russia ha sospeso i voli di linea e charter con l'estero. Sono stati esclusi da questa limitazione i voli commerciali per l'import-export, i servizi postali, voli di trasporto di materiale medico-sanitario, i voli di aerei vuoti per la manutenzione, i voli di transito con atterraggio per rifornimento di carburante (cambio dell'equipaggio) sul territorio della Federazione Russa ed altri voli autorizzati singolarmente dal governo.

Stando ai dati aggiornati, in Russia il numero totale delle persone contagiate dal COVID-19 con i 6.509 casi di oggi è arrivato a quota 707.301. Le vittime sono 10.843 ed i pazienti guariti 481.316.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook