02:24 23 Ottobre 2020
Economia
URL abbreviato
0 21
Seguici su

Il sottosegretario agli Affari Esteri ha discusso con un rappresentante del governo britannico sui rapporti tra Italia e Regno Unito nel post-Brexit.

Il sottosegretario agli Affari Esteri, Manlio Di Stefano, si è riunito in videoconferenza con il sottosegretario al Commercio del Regno Unito, Graham Stuart. 

Nel corso dell'incontro, che Di Stefano ha definito "un'occasione perfetta per discutere gli strumenti per rinnovare il commercio e le esportazioni e superare la crisi da Covid",  sono stati presentati i principali punti del Patto per l'Export, siglato dalla Farnesina lo scorso 8 giugno dal ministro Di Maio, e illustrate le ripercussioni attese sul Pil Italiano. 

​Il sottosegretario ha auspicato che la Brexit non provochi uno shock nelle relazioni bilaterali tra Italia e Gran Bretagna.

Di Stefano ha ricordato che da sempre "Italia e Regno Unito vedono nel commercio lo strumento chiave per assicurare la prosperità economica dei rispettivi popoli, come è testimoniato dai 35 miliardi di euro l'anno di interscambio, di cui quasi 25 di nostre esportazioni".

"All'interno della cornice dell'Unione Europea, e fermo restando il mandato negoziale della Commissione, siamo pronti a cooperare con il Regno Unito perché la Brexit non diventi uno shock sulle nostre relazioni bilaterali", ha concluso.

Per il sottosegretario britannico l'incontro è stato molto produttivo. "E' importante lavorare assieme per sostenere l'export attorno al mondo poiché il commercio è fondamentale per riprenderci dall'impatto del Covid-19", ha scritto in un tweet

Le trattative sulla Brexit

Il 31 gennaio 2020, alle 23.00 orario Greenwich, la Gran Bretagna ha ufficialmente abbandonato l'Unione Europea. La fuoriuscita è avvenuta secondo i trattati firmati tra le due parti che prevedono un periodo di transizione della durata di 11 mesi che permetterà a Londra e Bruxelles di mettere ordine a tutte le pendenze economiche in essere, tra cui le più significative sono quelle legate ai futuri rapporti commerciali.

Durante la transizione la GB continuerà a essere parte dei trattati commerciali europei, ma sarà in grado di rinegoziare nuovi accordi con i singoli Paesi e con tutta l'Unione. Inoltre dovrà essere raggiunto un accordo per l'uscita, che possa regolare in particolare la questione dei confini dell'Irlanda del Nord. 

 

Tags:
Brexit, commercio, Gran Bretagna, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook